Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

Pubblicato l’ avviso per la manifestazione di interesse a sviluppare su Pianosa progetti di recupero dei terreni agricoli

“𝑷𝒐𝒕𝒓𝒆𝒃𝒃𝒆 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒍’𝒊𝒏𝒊𝒛𝒊𝒐 𝒑𝒆𝒓 𝒗𝒂𝒍𝒐𝒓𝒊𝒛𝒛𝒂𝒓𝒆 𝒕𝒖𝒕𝒕𝒐 𝒊𝒍 𝒑𝒂𝒕𝒓𝒊𝒎𝒐𝒏𝒊𝒐 𝒅𝒊 𝒔𝒕𝒐𝒓𝒊𝒂, 𝒄𝒖𝒍𝒕𝒖𝒓𝒂 𝒆 𝒕𝒓𝒂𝒅𝒊𝒛𝒊𝒐𝒏𝒊 𝒄𝒉𝒆 𝒂𝒑𝒑𝒂𝒓𝒕𝒊𝒆𝒏𝒆 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝑪𝒐𝒎𝒖𝒏𝒊𝒕𝒂̀ 𝒄𝒂𝒎𝒑𝒆𝒔𝒆 𝒈𝒓𝒂𝒛𝒊𝒆 𝒂𝒍 𝒓𝒊𝒄𝒐𝒏𝒐𝒔𝒄𝒊𝒎𝒆𝒏𝒕𝒐 𝒅𝒆𝒈𝒍𝒊 𝒖𝒔𝒊 𝒄𝒊𝒗𝒊𝒄𝒊”.

È pub­bli­ca­to all’albo pre­to­rio del Comu­ne di Cam­po nell’Elba l’avviso pub­bli­co rivol­to a tut­te le azien­de inte­res­sa­te a pre­sen­ta­re un pro­get­to di recu­pe­ro pro­dut­ti­vo dei ter­re­ni agri­co­li di Pia­no­sa indi­vi­dua­ti nel pia­no di valo­riz­za­zio­ne dei beni di uso civico.
I ter­re­ni e gli edi­fi­ci inte­res­sa­ti sono indi­vi­dua­ti all’interno del­le sche­de alle­ga­te all’avviso pub­bli­co pub­bli­ca­to sul sito https://www.comune.camponellelba.li.it
“Spe­ro che ci sia­no Azien­de inte­res­sa­te alla valo­riz­za­zio­ne di Pia­no­sa e alla sua voca­zio­ne agri­co­la- spie­ga il Sin­da­co di Cam­po nell’Elba Davi­de Mon­tau­ti -. In par­ti­co­la­re mi augu­ro che ci sia un inte­res­se con­cre­to soprat­tut­to da par­te degli impren­di­to­ri del territorio”.
La mani­fe­sta­zio­ne di inte­res­se è fina­liz­za­ta a veri­fi­ca­re la pos­si­bi­li­tà da par­te del Comu­ne di con­ce­de­re l’intero ter­ri­to­rio “col­ti­va­bi­le” com­pren­si­vo even­tual­men­te degli edi­fi­ci neces­sa­ri per lo svol­gi­men­to del pro­get­to di svi­lup­po agri­co­lo dei ter­re­ni col­ti­va­bi­li così come già pre­vi­sto dal Pia­no di valo­riz­za­zio­ne degli usi civi­ci e dal Pia­no del Parco.
“Ci sono cir­ca 65 etta­ri di ter­re­ni agri­co­li a dispo­si­zio­ne ed altri 36 etta­ri indi­vi­dua­ti per il pasco­lo – spie­ga il Sin­da­co Mon­tau­ti -. Que­sta Ammi­ni­stra­zio­ne ha indi­vi­dua­to anche un elen­co di fab­bri­ca­ti sui qua­li, al pari dei ter­re­ni, può esse­re mani­fe­sta­to “Inte­res­se” per il loro recu­pe­ro e con­ces­sio­ne qua­lo­ra rite­nu­ti indi­spen­sa­bi­li per la rimes­sa a col­tu­ra e recu­pe­ro pro­dut­ti­vo dei ter­re­ni. Que­sto signi­fi­ca che il pro­get­to può inclu­de­re anche il recu­pe­ro del­le stal­le, degli edi­fi­ci pres­so l’orto gran­de, il casei­fi­cio, il fie­ni­le, l’edificio del Giu­di­ce. Potreb­be esse­re l’inizio per la valo­riz­za­zio­ne di tut­to il patri­mo­nio di sto­ria, cul­tu­ra e tra­di­zio­ni che appar­tie­ne alla Comu­ni­tà cam­pe­se gra­zie al rico­no­sci­men­to degli usi civici”.
L’Amministrazione comu­na­le dopo que­sta pri­ma fase di “veri­fi­ca esplo­ra­ti­va”, valu­ta­te le dispo­ni­bi­li­tà, con suc­ces­si­va pro­ce­du­ta ad evi­den­za pub­bli­ca che sarà pub­bli­ca­ta sul por­ta­le START prov­ve­de­rà a valu­ta­re le pro­get­tua­li­tà ese­cu­ti­ve pre­sen­ta­te ed i rela­ti­vi busi­ness plan con par­ti­co­la­re atten­zio­ne alla loro “rica­du­ta” eco­no­mi­ca e di svi­lup­po sia rispet­to alla valo­riz­za­zio­ne di Pia­no­sa che sul­la Comu­ni­tà del Comu­ne di Cam­po nell’Elba.
Gli inte­res­sa­ti dovran­no far arri­va­re una comu­ni­ca­zio­ne a mez­zo PEC nel­la qua­le si atte­sti il pro­prio inte­res­se a svi­lup­pa­re una pro­get­tua­li­tà di “Recu­pe­ro pro­dut­ti­vo agri­co­lo dell’Isola di Pia­no­sa e dei fab­bri­ca­ti che si inten­do­no anche que­sti recu­pe­ra­re in quan­to neces­sa­ri al pro­ces­so che si inten­de intra­pren­de­re” entro e non oltre ven­ti gior­ni decor­ren­ti dal­la pub­bli­ca­zio­ne del pre­sen­te avvi­so sul BURT (16 mar­zo 2022 n.11) al rap­pre­sen­ta­te lega­le del Comu­ne di Cam­po nell’Elba all’indirizzo PEC
“Que­sto è un ulte­rio­re pas­so in avan­ti per il futu­ro di Pia­no­sa. Nei pros­si­mi mesi sarà con­so­li­da­to il pro­get­to “PON inclu­sio­ne” in accor­do con l’Amministrazione Peni­ten­zia­ria per il recu­pe­ro socia­le dei dete­nu­ti che si dedi­che­ran­no pro­prio a pro­get­ti di agri­col­tu­ra bio­lo­gi­ca — con­clu­de Mon­tau­ti -. Stan­no par­ten­do i pri­mi inter­ven­ti sull’acquedotto dopo la fir­ma del pro­to­col­lo d’Intesa e, gra­zie ai finan­zia­men­ti otte­nu­ti dal Fon­do per gli inve­sti­men­ti per le Iso­le Mino­ri è pre­vi­sto il rifa­ci­men­to dei muri di con­te­ni­men­to del Lun­go­ma­re di Cala Gio­van­na dan­neg­gia­ti dal­la mareg­gia­ta dell’ottobre 2018. Pic­co­li pas­si per il futu­ro dell’Isola di Pianosa”.

Rispondi