Skip to content

Incontri per il voto regionale. Le riflessioni di un cittadino

Se poche sere fa ero nel bel mez­zo di una atmo­sfe­ra che mol­ti pos­so­no defi­ni­re “popu­li­sta” con applau­si scro­scian­ti, stret­te di mano e gli imman­ca­bi­li Sel­fie fina­li, saba­to sera 29 ago­sto alla fine di una auto­re­vo­le riu­nio­ne cir­co­stan­zia­ta segui­ta da una atten­ta rivi­si­ta­zio­ne del­la sto­ria poli­ti­ca Tosca­na e anche quel­la Elba­na, sen­ti­vo qua­si di dire gra­zie per la sera­ta tran­quil­la e ben orga­niz­za­ta dove però vole­vo ascol­ta­re di più sul­la sani­tà Elba­na.
Sono sta­to attrat­to dal tito­lo del pun­to 2 del pro­gram­ma del Can­di­da­to Pre­si­den­te che dice “Una sani­tà all’in­se­gna del­l’e­qui­tà e a pro­va di Covid” Se que­sta equi­tà che pro­po­ne il Can­di­da­to Pre­si­den­te sarà mes­sa in atto nei pros­si­mi 5 anni sarà l’i­ni­zio del rispet­to del­l’ar­ti­co­lo 32 del­la Costi­tu­zio­ne Ita­lia­na per­ché fino­ra que­sto prin­ci­pio di “equi­tà” è sta­to igno­ra­to per noi del­l’i­so­la. Non è solo il nuo­vo pron­to soc­cor­so, la came­ra iper­ba­ri­ca e l’e­li­cot­te­ro che risol­vo­no le esi­gen­ze di salu­te e di cura degli iso­la­ni.
E’ impos­si­bi­le per l’u­ten­te Elba­no (dal 20 feb­bra­io scor­so) poter pre­no­ta­re una visi­ta spe­cia­li­sti­ca, un esa­me dia­gno­sti­co, una TAC, una sem­pli­ce lastra RX, o un pic­co­lo inter­ven­to ambu­la­to­ria­le per­ché tut­te le agen­de di pre­no­ta­zio­ne all’El­ba per gli Elba­ni sono chiu­se men­tre le agen­de del­la sani­tà pri­va­ta sono aper­te. Si può anda­re anche negli ospe­da­li del­la costa dove esi­ste l’e­qui­tà del dirit­to a curar­si
Pre­si­den­te leg­go che vuo­le poten­zia­re il siste­ma del­le “case del­la salu­te” noi abbia­mo vota­to que­sta Ammi­ni­stra­zio­ne per aver­la ma è sva­ni­ta nel nul­la.
Per la man­can­za dei medi­ci dispo­sti a tra­sfe­rir­si all’El­ba la ragio­ne for­se è da ricer­car­si nel­la for­te offer­ta con l’ex Art. 55 più l’Ho­tel vista mare sen­za obbli­ghi di ser­vi­zi extra ambu­la­to­rio. Di con­tro a chi con­vie­ne veni­re fis­so???
Cre­do che sia dif­fi­ci­le far­si vota­re solo per il pre­gio e valo­re del­la per­so­na che si can­di­da o per i suoi rispet­ta­bi­li col­la­bo­ra­to­ri, agli Elba­ni biso­gna con­ce­de­re solo quel­lo di cui han­no dirit­to tut­te le per­so­ne del­la Regio­ne Tosca­na quan­do si reca­no in ospe­da­le e non un dinie­go di cure, di visi­te, di rag­gi, di esa­mi e di esse­re ascol­ta­ti dal­l’URP che qui è chiu­so per­ché lavo­ra da casa.
Anche que­sta vol­ta ripon­go nel bor­sel­lo la lista dei “PERCHE’ ” che nes­su­no vuo­le ascol­ta­re, però ci CHIEDONO il voto. Alla mia lista ho aggiun­to: “PERCHE’ ” nes­su­no vuo­le ascol­ta­re i biso­gni e le neces­si­tà sani­ta­rie del­la gen­te??? ”
Que­sto scrit­to è una mia per­so­na­le rifles­sio­ne.
Fran­ce­sco Seme­ra­ro.

Commenta per primo

Rispondi