Skip to content

L’ Associazione geometri Elbani chiede ai Sindaci dell’ Isola la riduzione degli importi di ogni genere relativi all’ attività edilizia

Con una nota invia­ta a tut­ti i Sin­da­ci del­l’El­ba, l’ASSOCIAZIONE GEOMETRI ELBANI, con­si­de­ra­to che già pri­ma del­l’E­mer­gen­za sani­ta­ria il set­to­re edi­le era for­te­men­te pena­liz­za­to accen­tua­to ora con l’ arri­vo dell’epidemia Coro­na­vi­rus chie­de una ridu­zio­ne degli impor­ti ine­ren­ti qua­lun­que atti­vi­tà edi­li­zia in genere.

Que­sto il testo inte­gra­le del­la let­te­ra inviata:

Egre­gi Sindaci

Super­fluo cir­co­stan­zia­re que­sta nostra richie­sta, stan­te l’attuale situa­zio­ne sani­ta­ria che inte­res­sa l’intero ter­ri­to­rio nazio­na­le ed il bloc­co tota­le dell’attività edi­li­zia, con con­se­guen­te cri­si eco­no­mi­ca del set­to­re, la cui atti­vi­tà era già for­te­men­te ral­len­ta­ta, ancor pri­ma dell’epidemia CORONAVIRUS.

Pen­san­do però alla ripre­sa del­le atti­vi­tà lavo­ra­ti­ve e degli adem­pi­men­ti tec­ni­co ammi­ni­stra­ti­vi col­le­ga­ti, rite­nia­mo che anche le Ammi­ni­stra­zio­ni loca­li potreb­be­ro con­tri­bui­re ad un rilan­cio, adot­tan­do mini­me ini­zia­ti­ve di miti­ga­zio­ne di alcu­ni costi .A tale sco­po vor­rem­mo pro­por­re alcu­ni ambi­ti che potreb­be­ro esse­re apprez­za­ti e rap­pre­sen­ta­re indi­ce di sen­si­bi­li­tà nei con­fron­ti dell’intero set­to­re, ma soprat­tut­to nei con­fron­ti dell’utenza fina­le: i cittadini.

Ne elen­chia­mo alcuni:

non incre­men­ta­re, ma ben­sì man­te­ne­re gli attua­li impor­ti che riguar­da­no i dirit­ti di segre­te­ria rela­ti­vi alle pra­ti­che edi­li­zie (e quin­di agli inter­ven­ti edi­li) di ogni gene­re, valu­tan­do anche la pos­si­bi­li­tà di ridu­zio­ni straor­di­na­rie tem­po­ra­nee, alme­no per tut­to il cor­ren­te anno 2020;

non incre­men­ta­re, ma ben­sì man­te­ne­re gli attua­li impor­ti che riguar­da­no gli one­ri con­ces­so­ri comu­na­li (urba­niz­za­zio­ne pri­ma­ria, urba­niz­za­zio­ne secon­da­ria e quo­ta inci­den­za costo di costru­zio­ne, com­pre­sa la mone­tiz­za­zio­ne degli stan­dard urba­ni­sti­ci) rela­ti­vi al rila­scio di tito­li abi­li­ta­ti­vi, valu­tan­do anche in que­sto caso la pos­si­bi­li­tà di ridu­zio­ni straor­di­na­rie tem­po­ra­nee, alme­no per tut­to il cor­ren­te anno 2020;

la stes­sa ini­zia­ti­va di cui sopra potreb­be esse­re intra­pre­sa in meri­to agli impor­ti da ver­sa­re riguar­dan­ti le con­ces­sio­ni per l’utilizzo tem­po­ra­neo del suo­lo pub­bli­co comu­na­le, neces­sa­rio alla ese­cu­zio­ne di ope­re edili.

Que­ste sopra elen­ca­te sono alcu­ne del­le misu­re che potreb­be­ro rap­pre­sen­ta­re un pri­mo pas­so ver­so il rilan­cio del set­to­re, al momen­to del­la sua ripresa.

Cer­to del­la Vostra fat­ti­va col­la­bo­ra­zio­ne, col­go l’occasione per invia­re cor­dia­li saluti

Il Pre­si­den­te ASSOCIAZIONE GEOMETRI ELBANI, Geom. Lui­gi LUNGHI

Rispondi