Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

Dalle risposte inattese alle sponsorizzazioni di tre progetti medico-politici

Nel­la sala Nel­lo San­ti del tea­tro De Lau­ger gio­ve­dì 1 feb­bra­io, in occa­sio­ne del­la riu­nio­ne pub­bli­ca sul­la sani­tà con la Regio­ne Tosca­na e l’ASL, si respi­ra­va un’evidente impa­zien­za mista a sen­sa­zio­ni posi­ti­ve nel­la con­vin­zio­ne di ascol­ta­re rispo­ste cer­te alle gra­vi cri­ti­ci­tà sani­ta­rie dell’ospedale e alla rela­ti­va man­can­za di ser­vi­zi e figu­re medi­che, più vol­te segna­la­te da noi comi­ta­ti, cit­ta­di­ni e mol­te asso­cia­zio­ni com­pre­se quel­le sindacali.
Un pri­mo segna­le nega­ti­vo è sta­to quel­lo del­la man­can­za di 6 Sin­da­ci (uno dei qua­li rap­pre­sen­ta­to da un Asses­so­re) pre­sen­ti il mat­ti­no all’incontro fra Isti­tu­zio­ni ma assen­ti, e non è una novi­tà, quan­do biso­gna­va soste­ne­re i cit­ta­di­ni in que­sta impor­tan­tis­si­ma riunione.
Qua­si tut­ti in pla­tea atten­de­va­no rispo­ste e prov­ve­di­men­ti imme­dia­ti sul­la car­dio­lo­gia can­cel­la­ta dal­le agen­de di pre­no­ta­zio­ne; sul­la geria­tria che non rispon­de più alle esi­gen­ze dell’anziana popo­la­zio­ne Elba­na; sul­la endo­cri­no­lo­gia che ha lascia­to miglia­ia di iso­la­ni con pro­ble­mi di tiroi­de; sul­la medi­ci­na gene­ra­le, ser­vi­zio di vita­le impor­tan­za ridot­to a poche uni­tà; sul­la ria­bi­li­ta­zio­ne e fisia­tria qua­si pre­clu­sa agli Elba­ni; sul rin­no­vo del­la paten­te alle per­so­ne fra­gi­li che devo­no recar­si a Livor­no nono­stan­te esi­sta una com­mis­sio­ne a Piombino.
Inve­ce, come al soli­to si è assi­sti­to a una pro­pa­gan­da elet­to­ra­le vera e pro­pria, sup­por­ta­ta dal sin­da­co di Por­to­fer­ra­io, dove le soli­te paro­le, vedre­mo, stu­die­re­mo, pro­get­te­re­mo e prov­ve­de­re­mo han­no inva­so la sala come neb­bia in val Pada­na, cer­can­do di offu­sca­re la vista dei pre­sen­ti da quel­li che sono i rea­li e urgen­ti pro­ble­mi per la salu­te degli Elba­ni, tan­to a loro lo sti­pen­dio è garan­ti­to anche se non risol­vo­no i problemi.
Dal ban­co­ne del­la diri­gen­za inve­ce di affron­ta­re le urgen­ti pro­ble­ma­ti­che si è pre­fe­ri­to spon­so­riz­za­re 3 pro­get­ti medico/politici che sep­pur inte­res­san­ti non fan­no par­te del­le nostre imme­dia­te esi­gen­ze sani­ta­rie. Del pro­get­to “Anch’io all’Elba” per il qua­le si è inve­sti­to 2,5 milio­ni di nostri euro già in atto all’Elba che pre­sen­ta alcu­ne lacu­ne in quan­to non copre, così come è impo­sta­to, i fab­bi­so­gni di cura degli Elba­ni. Abbia­mo pro­va­to a sug­ge­ri­re qual­che modi­fi­ca al Diri­gen­te ASL pre­sen­te che lo ha pro­get­ta­to ma in quel momen­to non pote­va sen­tir­ci per­ché inten­to a spip­po­la­re il cel­lu­la­re e con l’orecchio impe­gna­to dall’auricolare con­vin­to for­se del­la sua infal­li­bi­li­tà. I pro­get­ti si chia­ma­no così per­ché pos­so­no esse­re modificati.
Mol­to spon­so­riz­za­to, per buo­na par­te del­la riu­nio­ne è sta­to il pro­get­to MHE ( Tusca­ny Healt Eco­sy­stem) finan­zia­to dal PNRR che un doma­ni appro­de­rà all’Elba.
Altro pro­get­to ben spie­ga­to è sta­to quel­lo che la Regio­ne Tosca­na inten­da non avva­ler­si del­la pie­na con­su­len­za del “Pri­va­to” ben­ché i finan­zia­men­ti di Roma sia­no scar­si ma la Giun­ta Regio­na­le riu­sci­rà a garan­ti­re a tut­ti una buo­na sani­tà pub­bli­ca,. Solo che l’Assessore Regio­na­le alla salu­te ha dimen­ti­ca­to di dir­ci, e noi glie­lo abbia­mo ricor­da­to e da lui ammes­so, che saran­no i Tosca­ni e quin­di noi a paga­re que­sta scel­ta con una Addi­zio­na­le IRPEF.
Asses­so­re Regio­na­le, ASL, Sin­da­ci, per l’Elba ora non è tem­po di spon­so­riz­za­zio­ni e pro­pa­gan­da sani­ta­ria o pro­get­ti farao­ni­ci in quan­to non abbia­mo medi­ci e infer­mie­ri per curar­ci e andar fuo­ri Elba costa un capi­ta­le con l’aggravante che chi non ha le risor­se oppu­re una nave adat­ta per gli inva­li­di non si cura rischian­do la mor­te per il con­ti­nuo disinteresse.
Un Con­si­glie­re Regio­na­le con que­sta sem­pli­ce fra­se ha tag­ga­to la riu­nio­ne di gio­ve­dì 1 feb­bra­io 2024. “ Gli Elba­ni sono stu­fi di assi­ste­re alle pas­se­rel­le sul­la sani­tà e al ritor­nel­lo di pro­mes­se pun­tual­men­te disat­te­se”. Eppu­re que­sto tut­to ciò che si con­ti­nua a fare: pro­met­te­re sen­za mantenere.

Comi­ta­to Elba Salute.
(Fran­ce­sco Semeraro)

Rispondi