Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

Nicola Nurra presenta “Plasticene” — L’epoca che riscrive la nostra storia sulla Terra — edizioni Il Saggiatore ( Video )

Pen­sa­te a un acqua­rio dome­sti­co ric­co di deci­ne di spe­cie che ave­te cura­to per mesi. Poi un gior­no ini­zia­te a intro­dur­re nell’acquario spe­cie nuo­ve, che si ali­men­ta­no di quel­le pre­sen­ti e non han­no nes­su­no che le pre­di. In più mano­met­te­te la pom­pa dell’acqua, facen­do cala­re il livel­lo di ossi­ge­no e modi­fi­can­do il pH. Infi­ne deci­de­te di riem­pi­re quell’acquario di spor­ci­zie, buste e imbal­lag­gi, fino a quan­do dei pesci pre­sen­ti all’inizio non saran­no soprav­vis­su­ti che due o tre. Ecco, per quan­to fol­le pos­sa sem­bra­re, que­sto è ciò che abbia­mo fat­to alla flo­ra e alla fau­na mari­na e ter­re­stre nell’arco di poco più di un seco­lo. Eppu­re non è trop­po tar­di per rimediare.Nicola Nur­ra ci con­du­ce nel Pla­sti­ce­ne, que­sta nostra epo­ca: un momen­to sto­ri­co sen­za pre­ce­den­ti, in cui un pro­dot­to ine­si­sten­te pri­ma del­la sua crea­zio­ne da par­te dell’uomo – la pla­sti­ca – si è impo­sto in pochis­si­mo tem­po come una tra le più peri­co­lo­se minac­ce per la soprav­vi­ven­za di spe­cie ani­ma­li, pian­te ed eco­si­ste­mi. A par­ti­re dal­le sue espe­rien­ze per­so­na­li di bio­lo­go mari­no e dagli incon­tri fat­ti con scien­zia­ti che inda­ga­no lo scio­gli­men­to dei ghiac­ci pola­ri e la dimi­nu­zio­ne del­la cor­ren­te del Gol­fo, le iso­le di pla­sti­ca gal­leg­gian­ti – cin­que­mi­la miliar­di di pez­zi per un tota­le di 260 000 ton­nel­la­te – e lo sbian­ca­men­to del­le bar­rie­re coral­li­ne, Nur­ra ci intro­du­ce in modo chia­ro e docu­men­ta­to ai pre­oc­cu­pan­ti sce­na­ri cli­ma­ti­ci di doma­ni; a ciò che irri­me­dia­bil­men­te suc­ce­de­rà se non inter­ve­nia­mo subi­to. Ma il suo è anche il rac­con­to di chi a que­sto «irri­me­dia­bi­le» si oppo­ne: di chi da anni fa infor­ma­zio­ne sul tema; di chi pro­get­ta siste­mi di ana­li­si del­la bio­sfe­ra sem­pre più pre­ci­si; di chi lot­ta poli­ti­ca­men­te per inter­ve­ni­re sul­le emis­sio­ni inqui­nan­ti; di chi, sem­pli­ce­men­te, ha deci­so che vuo­le anco­ra ave­re un futu­ro, una casa, una speranza.Plasticene è una nar­ra­zio­ne scien­ti­fi­ca allo stes­so tem­po inquie­tan­te e affa­sci­nan­te, in cui i dati si alter­na­no all’osservazione diret­ta del­la tra­sfor­ma­zio­ne in atto nei nostri fiu­mi, laghi, mari e ocea­ni. Un assor­dan­te cam­pa­nel­lo d’allarme cui però pos­sia­mo anco­ra dare rispo­sta, riu­scen­do a sal­va­re, insie­me al pia­ne­ta, anche quel­la biz­zar­ra spe­cie di mam­mi­fe­ri bipe­di e onni­vo­ri che lo abi­ta da qual­che cen­ti­na­io di miglia­ia di anni.
Fon­te: Editore

Nico­la Nur­ra pre­sen­ta “Pla­sti­ce­ne” — L’e­po­ca che riscri­ve la nostra sto­ria sul­la Terra

Rispondi