Skip to content

Per il Rotary Club isola d’Elba, quella appena trascorsa è stata una settimana ricca di eventi che hanno piacevolmente impegnato i soci per più giorni

Mer­co­le­dì 23, il pre­si­den­te del Club elba­no Ser­gio Cava­lie­re e i mem­bri del con­si­glio si sono ritro­va­ti pres­so la sala con­gres­si dell’ Hotel Airo­ne dove han­no tenu­to una video con­fe­ren­za con il Gover­na­to­re Leti­zia Car­di­na­le. Un appun­ta­men­to annua­le, un “nuo­vo modo di fare Rota­ry” come lo stes­so gover­na­to­re ha tenu­to a sot­to­li­nea­re, che si è reso indi­spen­sa­bi­le a cau­sa del­le restri­zio­ni impo­ste dal­la pan­de­mia. Limi­ta­zio­ni che tut­ta­via “non sono riu­sci­te a ridur­re la deter­mi­na­zio­ne dei mem­bri del Club vol­ti ad adem­pie­re, come sem­pre, agli obiet­ti­vi di Ser­vi­zio e di sup­por­to alla Comu­ni­tà”. Tra gli argo­men­ti trat­ta­ti nell’incontro, oltre all’a­na­li­si del­l’or­ga­niz­za­zio­ne ammi­ni­stra­ti­va del Rota­ry Club sia dal pun­to di vista distret­tua­le sia, e soprat­tut­to, come Rota­ry Inter­na­tio­nal, il pre­si­den­te Ser­gio Cava­lie­re ha inol­tre illu­stra­to, con dovi­zia di par­ti­co­la­ri, tut­ti i pro­get­ti che inten­de per­se­gui­re per il suo man­da­to.

Vener­dì 25, il Club elba­no ha avu­to il pia­ce­re di incon­tra­re gli ami­ci del Rota­ry Club Gal­la Pla­ci­dia di Raven­na, ospi­ta­ti per l’oc­ca­sio­ne alla Tenu­ta San­ta Cate­ri­na e all’­ho­tel Il Cami­net­to. Dopo il ritro­vo, accor­da­to per il pri­mo pome­rig­gio in piaz­za Cavour, alla sala del­la Gran Guar­dia, i soci elba­ni han­no accom­pa­gna­to gli ospi­ti in un’interessante visi­ta gui­da­ta tra i prin­ci­pa­li edi­fi­ci sto­ri­ci del­la Por­to­fer­ra­io napo­leo­ni­ca e medi­cea con­clu­sa­si, nel tar­do pome­rig­gio con la visi­ta al museo di for­te Fal­co­ne dove sono custo­di­ti impor­tan­ti reper­ti, in lar­ga par­te ritro­va­ti sul suo­lo elba­no, risa­len­ti alla secon­da guer­ra mon­dia­le. Un otti­mo modo per far cono­sce­re la nostra sto­ria, le nostre ori­gi­ni che, a det­ta di Ric­car­do Papa, pre­si­den­te del Club ospi­te, ver­rà con­trac­cam­bia­to con un invi­to pre­vi­sto per il pros­si­mo anno nel­la sua cit­tà in occa­sio­ne del­le cele­bra­zio­ne del set­te cen­te­na­rio del­la mor­te del som­mo poe­ta Dan­te Ali­ghie­ri. Il Club elba­no rin­gra­zia in par­ti­co­la­re Simo­ne Gal­let­ti, otti­mo cono­sci­to­re del­la sto­ria del­la nostra iso­la, che, per l’iniziativa, si è offer­to di fare da Cice­ro­ne.

Infi­ne, saba­to 26 si è tenu­ta, pres­so il risto­ran­te Ran­dez-Vous di Mar­cia­na Mari­na, la con­sue­ta con­vi­via­le alla qua­le han­no pre­so par­te anche gli ami­ci del Club di Raven­na. Pia­ce­vo­le ed impor­tan­te momen­to per raf­for­za­re quel­lo che è uno dei prin­ci­pi car­di­ne del Rota­ry Club, un sen­ti­men­to che, come lo stes­so pre­si­den­te Ser­gio Cava­lie­re ha volu­to sot­to­li­nea­re dopo aver fat­to i dovu­ti ono­ri di casa, lega sem­pre più pro­fon­da­men­te i soci: l’amicizia. Dopo il con­sue­to scam­bio di doni, nel qua­le il pre­si­den­te elba­no ha col­to l’opportunità di rega­la­re una copia del roman­zo “Tali­sma­ni”, ter­zo libro del socio Davi­de Pel­lic­cio­ni, ha pre­so quin­di la paro­la Ric­car­do Papa, il Pre­si­den­te del Club ospi­te, che ha salu­ta­to i pre­sen­ti e rin­gra­zia­to gli ami­ci elba­ni per l’ospitalità. Prin­ci­pa­le even­to del­la cena, e sicu­ra­men­te uno dei momen­ti più impor­tan­ti per la vita di un Rota­ry Club, è sta­ta la ceri­mo­nia di ingres­so del nuo­vo socio, Gian­fran­ce­sco Bal­le­ri­ni che, già respon­sa­bi­le ammi­ni­stra­ti­vo Naval­mec­ca­ni­ca Spa, oggi rico­pre quel­lo stes­so ruo­lo pres­so Moby spa. Gian­fran­ce­sco è sta­to pre­sen­ta­to da Miche­la Ven­tu­ri­ni con un inte­res­san­te discor­so nel qua­le ha evi­den­zia­to dap­pri­ma le sue qua­li­tà e capa­ci­tà pro­fes­sio­na­li di poi la sti­ma e la bene­vo­len­za che egli ha nel­la nostra comu­ni­tà. Infi­ne, sot­to­li­nean­do che d’ora in poi la comu­ni­tà cono­sce­rà e giu­di­che­rà il Rota­ry anche attra­ver­so la sua per­so­na, che quin­di dovrà incar­na­re sem­pre il carat­te­re e l’i­dea­le di Ser­vi­zio insi­to nel­la nostra Orga­niz­za­zio­ne, ha espres­so ai pre­sen­ti la cer­tez­za che, seguen­do i prin­ci­pi car­di­ne del Club, il nuo­vo socio sarà in gra­do di appor­ta­re le sue cono­scen­ze per aiu­tar­ci a por­ta­re a ter­mi­ne i tan­ti pro­get­ti vol­ti a ren­de­re la nostra comu­ni­tà, il nostro Pae­se, un posto miglio­re in cui vive­re. Dopo la let­tu­ra dei dove­ri, la ceri­mo­nia si è con­clu­sa con un discor­so di ben­ve­nu­to del pre­si­den­te Ser­gio cava­lie­re e la tan­to gra­di­ta “spil­la­tu­ra”.

Sicu­ri quin­di che Gian­fran­ce­sco non man­che­rà al nuo­vo impe­gno che si è assun­to, tut­to il Club gli espri­me un gran­de augu­rio di ben venu­to e lo strin­ge in un pro­fon­do abbrac­cio.

Commenta per primo

Rispondi