Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

Luigi Lanera, esponente di Fratelli d’Italia e candidato interviene sullo sviluppo nautico e sul progetto Porto Cantieri

“Sia­mo favo­re­vo­li al Water­front — dichia­ra Lane­ra — con le dovu­te modi­fi­che neces­sa­rie per il traf­fi­co por­tua­le e per la tute­la del­le atti­vi­tà già esi­sten­ti ma anche con un’at­ten­zio­ne par­ti­co­la­re alla nau­ti­ca per i resi­den­ti. Come più vol­te da me evi­den­zia­to, uno svi­lup­po nau­ti­co di Por­to­fer­ra­io deve segui­re di pari pas­so le richie­ste di posti bar­ca da desti­na­re ai resi­den­ti in con­ven­zio­ne con il Comune”.
Riguar­do al pro­get­to del Por­to Can­tie­ri di Esaom, Lane­ra com­men­ta: “Che una socie­tà pri­va­ta deci­da di inve­sti­re nel nostro ter­ri­to­rio è una buo­na cosa, ma poi­ché comun­que il fine di tale ope­ra­zio­ne è il ritor­no eco­no­mi­co nel­le cas­se del­la socie­tà in que­stio­ne, rite­nia­mo che que­sti inve­sti­to­ri del set­to­re nau­ti­co deb­ba­no con­ce­de­re alla cit­ta­di­nan­za del­le aree da desti­na­re alla nau­ti­ca sociale”.
“A tal pro­po­si­to, da noi in pas­sa­to, — aggiun­ge Lane­ra — era già sta­ta indi­vi­dua­ta l’a­rea del­la spon­da lato est fos­so di Rion­do, di pro­prie­tà Esaom, che con una spe­sa irri­so­ria e sem­pli­ci esca­vi del­la stes­sa spon­da avreb­be per­mes­so l’or­meg­gio di alme­no 200 pic­co­le imbar­ca­zio­ni. Tale sug­ge­ri­men­to fu all’e­po­ca indi­riz­za­to alla diri­gen­za del­la socie­tà e all’at­ten­zio­ne del sin­da­co di Portoferraio”.
“Visto che ad oggi nul­la è sta­to fat­tocon­lu­de Lane­raci impe­gnia­mo affin­ché que­sta solu­zio­ne pos­sa tro­va­re con­di­vi­sio­ne con la socie­tà pro­prie­ta­ria dell area, anche per­ché tale ope­ra­zio­ne per­met­te­reb­be final­men­te di garan­ti­re a tut­ti i cit­ta­di­ni di Por­to­fer­ra­io un posto bar­ca sicu­ro e a costi irrisori”.

Rispondi