Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

Osmunde del Canale: Coppa Italia Femminile — Concentramento a Cecina 1° Classificate

Le Osmun­de (Sezio­ne fem­mi­ni­le dei Mascal­zo­ni del Cana­le) vin­co­no la pri­ma di cam­pio­na­to a Ceci­na con 19 mete tota­li e tut­te tra­sfor­ma­te, gra­zie al pie­de di Bicec­ci Matil­de. Sod­di­sfa­zio­ne per la buo­na inte­sa che le ragaz­ze han­no tenu­to in cam­po, duran­te il pri­mo rag­grup­pa­men­to che le vede uni­te tra Etru­ria ed Elba Rugby.
Esor­dio di Broc­car­di “Ciof” che si destreg­gia benis­si­mo tra le “vec­chie” del­la squa­dra. Ci sarà anco­ra da lavo­ra­re per miglio­ra­re alcu­ni aspet­ti in vista del pros­si­mo incon­tro del 31 otto­bre a Gros­se­to, ma oggi le Osmun­de festeg­gia­no la vincita.
Come da tra­di­zio­ne vie­ne elet­ta la Woman of the Match, che oggi vie­ne asse­gna­ta a BICE Matil­de Bicecci.
Alla pros­si­ma intan­to buo­na la pri­ma, flo­ra bat­te fauna.
For­ma­zio­ne: Leg­gie­ri, Car­pi­no, De Fran­ce­sco, Anto­nuc­ci, Nesi, Gal­li, Bicec­ci, Broccardi
Under 15 — Fase 1 — Bel­la­ria Cap­puc­ci­ni — Mascal­zo­ni del Cana­le 80–0
La Under 15 ha per­so net­ta­men­te con­tro una squa­dra più fisi­ca e soprat­tut­to più affia­ta­ta. I pri­mi 10/15 minu­ti di par­ti­ta sono sta­ti abba­stan­za in equi­li­brio, ma poi i ragaz­zi, subi­te le pri­me mete, sono crol­la­ti soprat­tut­to mentalmente.
In que­sta cate­go­ria abbia­mo dif­fi­col­tà a gesti­re le distan­ze, ma non dob­bia­mo abbat­ter­ci: i ragaz­zi pos­so­no solo miglio­ra­re con il tempo.
Under 17 — Qua­li­fi­ca­zio­ne — Mascal­zo­ni del Cana­le — Bel­la­ria Cap­puc­ci­ni 50–17
Pri­mo tem­po ter­mi­na­to 43 a 5 con net­to pre­do­mi­nio Mascal­zo­ne, dove han­no dimo­stra­to buo­na con­ti­nui­tà, svi­lup­pa­to anche al lar­go e impo­sta­to cam­bi d’ ango­lo che han­no spes­so crea­to var­chi nel­la linea difen­si­va ospite.
Nel secon­do tem­po visto­so calo di con­cen­tra­zio­ne che ha deter­mi­na­to una cre­sci­ta del Bel­la­ria: un aspet­to sul qua­le biso­gne­rà lavo­ra­re mol­to in vista di match più impegnativi
Rea­zio­ne nel fina­le con anche una buo­na fase difensiva.
Pre­sta­zio­ni da segna­la­re quel­le di Alber­to Lau­da­zi schie­ra­to Flan­ker, pun­tua­le nel plac­cag­gio e effi­ca­ce come ball car­rier, bene anche Can­ti­ni auto­re di mol­ti break.
Comun­que tut­ta la squa­dra è appar­sa in crescita.
Mar­ca­to­ri: mete 3 Can­ti­ni, 2 Zugay, 1 Morel­li, Mar­ti­ni e Morelli
5 tra­sfor­ma­zio­ni Cantini

Rispondi