Skip to content

MEDICO DI FAMIGLIA. UN DIRITTO NEGATO GLI ULTRANOVANTENNI DI MARCIANA NON NE HANNO DIRITTO, MENO CHE MENO GLI ALTRI CITTADINI.

Oggi, alle ore 15,00 in pun­to, mi sono reca­to alla Casa del­la salu­te di Mar­cia­na per con­fer­ma­re la scel­ta del medi­co per con­to di mia madre, 96 anni, in pro­cin­to di esse­re dimes­sa, dopo inter­ven­to chi­rur­gi­co, dal­l’O­spe­da­le di Livor­no. Aper­tu­ra ore 15,00 ed io sono il pri­mo del­la fila, l’in­ca­ri­ca­to mi dice can­di­da­men­te che il suo medi­co non è disponibile.
Chie­do di indi­car­mi una alter­na­ti­va, non ve ne sono in ambi­to comu­na­le, ci sono un paio di medi­ci ma che non fan­no ambu­la­to­rio a Marciana.
Dire che mi crol­la il mon­do addos­so è poco, una cit­ta­di­na di 96anni non ha dirit­to all’as­si­sten­za sanitaria.
Chi le pre­scri­ve­rà i medi­ci­na­li neces­sa­ri per le tera­pie post ope­ra­to­rie e per le sue pato­lo­gie cro­ni­che che saran­no sicu­ra­men­te necessari?
È pos­si­bi­le che la nostra Sani­tà Pub­bli­ca sia ridot­ta in uno sta­to così disa­stro­so da poli­ti­ci sen­za scru­po­li e sen­za il mini­mo sen­so di uma­ni­tà e giu­sti­zia sociale?
PARE PROPRIO CHE SIA COSÌ
L’ASSISTENZA SANITARIA DI TERRITORIO È COMPLETAMENTE ALLO SBANDO.
CHI RISPONDERÀ DI EVENTUALI DANNI ALLA SALUTE DEI NOSTRI GENITORI E DI NOI STESSI?
NON È FORSE ARRIVATO IL MOMENTO DI PROTESTARE VERSO UNA REGIONE MATRIGNA?
ED I NOSTRI AMMINISTRATORI, DA QUALE PARTE SI PORRANNO, CON LA ASL E LA REGIONE O CON I LORO CITTADINI PIÙ DEBOLI?
SPERO CHE CI SIA QUALCUNO DISPOSTO A RIMEDIARE AD UNA SITUAZIONE CHE POTREBBE RIVELARSI LETALE.

Anto­nio Berti

Rispondi