Skip to content

Il Comandante Militare della Capitale, insieme al Sindaco di Portoferraio, ha ufficialmente inaugurato i lavori di riqualificazione della Base Logistico-Addestrativa.

Il gior­no Lune­dì 22 Feb­bra­io 2021 è sta­to inau­gu­ra­to l’inizio dei lavo­ri per il rin­no­va­men­to del­la Base Logi­sti­co-Adde­stra­ti­va Val Care­ne all’Isola d’Elba, desti­na­ta a for­ni­re sup­por­to logi­sti­co ai repar­ti in adde­stra­men­to e ad ospi­ta­re nel perio­do esti­vo i nuclei fami­lia­ri, che desi­de­ra­no soggiornarvi.

Il Gene­ra­le di Cor­po d’Armata Rosa­rio Castel­la­no, Coman­dan­te Mili­ta­re del­la Capi­ta­le, insie­me al Sin­da­co di Por­to­fer­ra­io, Dott. Ange­lo Zini, in osser­van­za del­le dispo­si­zio­ni ema­na­te dal Gover­no in mate­ria di con­te­ni­men­to del­la dif­fu­sio­ne del virus CoVid-19, ha uffi­cial­men­te inau­gu­ra­to i lavo­ri di riqua­li­fi­ca­zio­ne del­la Base Logistico-Addestrativa.

Il Coman­dan­te del Coman­do Mili­ta­re del­la Capi­ta­le, nel ripor­ta­re i salu­ti del Capo di Sta­to Mag­gio­re dell’Esercito, che è par­ti­co­lar­men­te sen­si­bi­le alle ini­zia­ti­ve in favo­re del benes­se­re del per­so­na­le, ha rin­gra­zia­to quan­ti han­no con­tri­bui­to alla rea­liz­za­zio­ne del pro­get­to, lodan­do il com­ples­so lavo­ro svol­to e le siner­gie poste in esse­re con i com­pe­ten­ti orga­ni del Genio, che con­sen­ti­ran­no di ulti­ma­re i lavo­ri pri­ma dei tem­pi con­trat­tua­li sti­ma­ti. Essi dure­ran­no cir­ca un anno e mez­zo, ma non pre­giu­di­che­ran­no l’apertura nel­la pros­si­ma esta­te dell’arenile annes­so. Il Sin­da­co, Dott. Ange­lo Zini, nel rivol­ge­re un salu­to ai con­ve­nu­ti e a tut­to il per­so­na­le dell’Esercito Ita­lia­no ha evi­den­zia­to che la Base Logi­sti­co-Adde­stra­ti­va vie­ne con­si­de­ra­ta dal­la popo­la­zio­ne par­te inte­gran­te del tes­su­to socia­le. “E’ sta­ta un’occasione impor­tan­te di incon­tro con la base logi­sti­ca adde­stra­ti­va d Val Care­ne, con l’avvio dei lavo­ri di riqua­li­fi­ca­zio­ne, che la ren­de­ran­no ancor più inse­ri­ta nel con­te­sto ambien­ta­le, attra­ver­so solu­zio­ni lega­te alla bio­ar­chi­tet­tu­ra ed alle ener­gie alter­na­ti­ve. L’obiettivo, sem­pre più signi­fi­ca­ti­vo, di inte­gra­zio­ne del­la base con la real­tà cit­ta­di­na e dell’isola.”

Il pro­get­to si inqua­dra tra gli obiet­ti­vi prio­ri­ta­ri dell’Esercito Ita­lia­no di valo­riz­za­zio­ne del­le infra­strut­tu­re, con lo sco­po di miglio­ra­re le con­di­zio­ni di vita, in par­ti­co­la­re, dei mili­ta­ri in adde­stra­men­to desti­na­ta­ri del sup­por­to logi­sti­co, e del per­so­na­le in ser­vi­zio e in quie­scen­za e loro familiari.

In par­ti­co­la­te il Coman­dan­te del Set­ti­mo Repar­to Infra­strut­tu­re, Colon­nel­lo Mau­ri­zio Chig­gio, ha illu­stra­to l’in­sie­me dei lavo­ri che, aggiu­di­ca­ti dal­la Dit­ta Fran­ge­ri­ni, pre­ve­do­no la rea­liz­za­zio­ne di modu­li abi­ta­ti­vi con mate­ria­li di ulti­ma gene­ra­zio­ne, che sosti­tui­ran­no le attua­li strut­tu­re in legno ed ope­re mura­rie com­ple­men­ta­ri varie, con­sen­ten­do un incre­men­to dei posti let­to a dispo­si­zio­ne, non­chè il miglio­ra­men­to del com­fort abi­ta­ti­vo e dell’efficientamento energetico.

Rispondi