Skip to content

Anche il comitato Carpani si schiera per la giornata contro la violenza sulle donne

Il Covid ci impe­di­sce di riu­nir­ci ma la pan­chi­na ros­sa al cen­tro dei giar­di­ni di Car­pa­ni si è arric­chi­ta di un gran­de fioc­co ros­so a ricor­da­re che chi pic­chia una don­na non la ama e che le vio­len­ze fisi­che o ver­ba­li sono da condannare.

Que­sto 25 novem­bre, è più impor­tan­te che mai. Il coro­na­vi­rus ha cam­bia­to le nostre vite, abo­li­to la socia­li­tà, ma non cer­to la vio­len­za sul­le donne.

La vio­len­za si mani­fe­sta in tan­tis­si­mi modi: quel­la fisi­ca, quel­la psi­co­lo­gi­ca, quel­la che avvie­ne die­tro le mura di casa; quel­la riscon­tra­ta sui luo­ghi di lavo­ro. Rispet­to a que­sto ulti­mo ambi­to è vio­len­za ave­re degli sti­pen­di infe­rio­ri del 20%, è anche vio­len­za esse­re costret­te in una situa­zio­ne di dipen­den­za economica.

Comi­ta­to Carpani

Rispondi