Skip to content

5 giovani aretini deferiti dai Carabinieri per furto aggravato

Rice­via­mo dal­l’Ar­ma dei Cara­bi­nie­ri que­sto arti­co­lo con dirit­to di pub­bli­ca­zio­ne.
Una not­ta­ta all’insegna del diver­ti­men­to e dell’alcool è costa­ta cara a cin­que gio­va­ni are­ti­ni, denun­cia­ti per fur­to aggra­va­to dai mili­ta­ri del­la Sta­zio­ne Cara­bi­nie­ri di Mar­cia­na Mari­na.
Dopo aver tra­scor­so la sera­ta in alcu­ni loca­li di Mar­cia­na Mari­na, i ragaz­zi, tut­ti appe­na mag­gio­ren­ni, ave­va­no ben pen­sa­to di rien­tra­re pres­so la loro “casa vacan­ze”, impos­ses­san­do­si di alcu­ne bici­clet­te lascia­te incu­sto­di­te in stra­da dai rispet­ti­vi pro­prie­ta­ri. La mat­ti­na seguen­te, alle mal­ca­pi­ta­te vit­ti­me del fur­to non è rima­sto che rivol­ger­si ai mili­ta­ri del loca­le Coman­do dell’Arma i qua­li, sin da subi­to, han­no avvia­to le inda­gi­ni per risa­li­re agli auto­ri del rea­to e sta­bi­li­re un even­tua­le nes­so tra i casi denun­cia­ti.
Gra­zie all’analisi dell’impianto di video sor­ve­glian­za instal­la­to sul ter­ri­to­rio comu­na­le, i Cara­bi­nie­ri sono riu­sci­ti a indi­vi­dua­re l’abitazione dei cin­que gio­va­ni che, poco pri­ma del­la par­ten­za, sono sta­ti sve­glia­ti di buon mat­ti­no dai mili­ta­ri, che han­no con­te­sta­to loro gli ele­men­ti rac­col­ti a loro cari­co. Ai cin­que non è rima­sto che ammet­te­re le col­pe a loro ascrit­te e con­se­gna­re le bici­clet­te di pro­ve­nien­za fur­ti­va.
Dall’accurato con­trol­lo dei mili­ta­ri, è sta­to inol­tre pos­si­bi­le recu­pe­ra­re una ulte­rio­re bici ruba­ta che, dopo mira­ti riscon­tri, è sta­ta resti­tui­ta insie­me alle altre con non poca sor­pre­sa e sod­di­sfa­zio­ne dei legit­ti­mi pro­prie­ta­ri.
I cin­que ragaz­zi, segna­la­ti alla Pro­cu­ra del­la Repub­bli­ca di Livor­no, rispon­de­ran­no di con­cor­so in fur­to aggra­va­to con­ti­nua­to.

Commenta per primo

Rispondi