Skip to content

La lista civica per Portoferraio “Meloni Sindaco” chiede spiegazioni per i verbali redatti durante la manifestazione del Rally nel parcheggio ex Residence

I sot­to­scrit­ti Simo­ne Melo­ni, Fede­ri­ca Ceti­ca e Vin­cen­zo For­ni­no Con­si­glie­ri Comu­na­li del­la Lista Civi­ca per Por­to­fer­ra­io Melo­ni Sin­da­co

PREMESSO
— che con Ordi­nan­za n. 46 del 05.10.2020 h: 12.54 pub­bli­ca­ta sul sito del Comu­ne in data 08.10.2020 il Coman­dan­te del­la loca­le Poli­zia Muni­ci­pa­le vista la richie­sta per­ve­nu­ta dall’ACI di Livor­no in data 14 ago­sto e la riu­nio­ne dell’8 set­tem­bre suc­ces­si­vo in occa­sio­ne del­lo svol­gi­men­to del­la 53 edi­zio­ne del “Ral­ly Elba Cam­pio­na­to Ita­lia­no Wrc” dispo­ne­va, tra l’altro “il divie­to di tran­si­to e sosta con rimo­zio­ne dei vei­co­li, sul par­cheg­gio ex Resi­den­ce – lato mer­ca­to Euro­spin. in area appo­si­ta­men­te deli­mi­ta­ta riser­van­do­la ai mez­zi ed alle attrez­za­tu­re degli orga­niz­za­to­ri del­la mani­fe­sta­zio­ne dal­le ore 7: 00 di gio­ve­dì 8 otto­bre alle ore 19:00 di saba­to 10 otto­bre 2020”;
— che sicu­ra­men­te gli avvi­si rela­ti­vi all’ordinanza in ogget­to non saran­no sta­ti col­lo­ca­ti nel­le aree inte­res­sa­te pri­ma del pome­rig­gio del mede­si­mo gior­no 5;
— che tale area è noto­ria­men­te desti­na­ta qua­le par­cheg­gio a lun­ga sosta per i cit­ta­di­ni e gli elba­ni che lavo­ra­no fuo­ri Elba ed infat­ti è sog­get­ta al divie­to di sosta, con rimo­zio­ne dei vei­co­li per puli­zia del piaz­za­le, sola­men­te la pri­ma e la ter­za dome­ni­ca di ogni mese;
— che essen­do la pri­ma dome­ni­ca del mese il gior­no 4 chi ha sosta­to nel­la mat­ti­na del gior­no 5 recan­do­si per vari moti­vi fuo­ri dell’Elba, sicu­ra­men­te con­fi­da­va nel­la pos­si­bi­li­tà di un legit­ti­mo par­cheg­gio sino alla mez­za­not­te di saba­to 17 otto­bre;

EVIDENZIATO
— che per­tan­to, nei con­fron­ti di tali sog­get­ti appa­re una vera e pro­pria ingiu­sti­zia, oltre il dover recu­pe­ra­re l’autoveicolo pres­so il depo­si­to anche il paga­men­to del­la rela­ti­va san­zio­ne e spe­se acces­so­rie, e ciò a cau­sa, in que­sto spe­ci­fi­co caso, del­la non tem­pe­sti­vi­tà dell’azione del­la pub­bli­ca ammi­ni­stra­zio­ne che cono­sce­va bene sin dall’8 set­tem­bre le neces­si­tà rela­ti­ve all’organizzazione del­la mani­fe­sta­zio­ne;

CONSIDERATO
— che un’Amministrazione Comu­na­le cor­ret­ta e giu­sta dovreb­be rico­no­sce­re i pro­pri erro­ri, sen­za aspet­ta­re le deci­sio­ni di un Giu­di­ce o con­fi­dan­do nel fat­to che il cit­ta­di­no comun­que paghi l’ingiusta san­zio­ne e stia zit­to, ma dovreb­be prov­ve­de­re nel caso in auto­tu­te­la alla revo­ca del­le san­zio­ni ammi­ni­stra­ti­ve ingiu­sta­men­te appli­ca­te;
tut­to quan­to pre­mes­so, evi­den­zia­to e con­si­de­ra­to i sot­to­scrit­ti

INTERRROGANO
l’Amministrazione Comu­na­le per sape­re se non ritie­ne, in auto­tu­te­la, di pro­ce­de­re alla revo­ca dei ver­ba­li di con­trav­ven­zio­ne emes­si nei con­fron­ti dei pro­prie­ta­ri degli auto­vei­co­li par­cheg­gia­ti in data 08.10.2020 pres­so l’area ex resi­den­ce.

In fede
GRUPPO CONSILIARE “MELONI SINDACO”

Commenta per primo

Rispondi