Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

Il Marciana Marina retrocede in terza categoria, pensieri e riflessioni su una stagione dannata

Pur­trop­po quel­lo che tut­ti ave­va­mo spe­ra­to, ovve­ro quat­tro squa­dre elba­ne in secon­da cate­go­ria, non si è avverato.
Il Mar­cia­na Mari­na, com­pli­ce la scon­fit­ta con la Can­te­ra Gab­bro, vie­ne retro­ces­sa in ter­za categoria.
Pec­ca­to, spe­ra­va­mo in un epi­lo­go miglio­re, spe­ra­va­mo di vede­re una festa del Mare­mo­to Mari­ne­se, ma que­sto non è successo.
Pur­trop­po non era­va­mo pre­sen­ti per moti­vi fami­glia­ri ne io e ne Alci­de con le nostre tele­ca­me­re ma abbia­mo sof­fer­to a distan­za infor­man­do­ci su come sta­va andan­do la partita.
Tri­sti le paro­le let­te su Facebook:

Il Capi­ta­no Andrea Bettini:
” Non so cosa dire dav­ve­ro, que­st’an­no la rot­ta è sta­ta lun­ga, sner­van­te e più dif­fi­ci­le degli anni pas­sa­ti e alla fine la bar­ca, pur­trop­po, al por­to non è arri­va­ta per poco.
Rin­gra­zio comun­que tut­ti i miei com­pa­gni e chi ci ha gui­da­to fino alla fine, quel­la fine che ad un cer­to pun­to del­la sta­gio­ne, tra infor­tu­ni, cat­ti­vi risul­ta­ti e quan­t’al­tro, sem­bra­va irraggiungibile.
Un altro gran­de rin­gra­zia­men­to va al Mare­mo­to, uni­ci, instan­ca­bi­li e appas­sio­na­ti, come gli ulti­mi dei roman­ti­ci, sem­pre pre­sen­ti, sem­pre gagliar­di e con la bava alla boc­ca, quel­la bava che for­se oggi ci è man­ca­ta, pro­prio nel momen­to più impor­tan­te del­la partita.
A que­sto pun­to non so cosa suc­ce­de­rà e dopo oggi non ci voglio mini­ma­men­te pen­sa­re, anche per­ché sono stan­co, delu­so e mi fa sem­pre male il cuo­re, per­so­nal­men­te è sta­ta una batosta.
Con­clu­do facen­do una pre­mes­sa: sve­glia mari­ne­si, il cal­cio a Mar­cia­na Mari­na, è desti­na­to a fini­re, se non ver­rà for­ma­ta una vera e pro­pria socie­tà, con un orga­niz­za­zio­ne soli­da, con per­so­ne che han­no voglia di sta­re al segui­to del­la squa­dra, den­tro e fuo­ri lo spo­glia­to­io, per­so­ne che abbia­no pas­sio­ne per que­sto sport.
Pur­trop­po come suc­ce­de spes­so, vivia­mo in un pae­se in cui tut­ti sono buo­ni solo a lamen­tar­si e a cri­ti­ca­re, sen­za mai met­ter­si in gioco.
Sem­pre e comun­que, for­za Mar­cia­na Marina”

Anche l’al­le­na­to­re Fede­ri­co Zini ha lascia­to il suo pen­sie­ro sui social:
” Nel­la vita sono più le vol­te che per­di di quel­le che vinci .
Io oggi insie­me con i miei ragaz­zi ho per­so una par­ti­ta ma non potrò mai dimen­ti­ca­re il per­cor­so che ci ha por­ta­to a giocarla .
Mi scu­so in pri­mis con i miei ragaz­zi, la socie­tà e il pae­se se non sono sta­to in gra­do di otte­ne­re il risul­ta­to spe­ra­to e me ne pren­do la pie­na responsabilità .
Rin­gra­zio il Mare­mo­to mari­ne­se ( sem­pre e comun­que pre­sen­te ) le per­so­ne che ci han­no sem­pre soste­nu­to e soprat­tut­to i miei giocatori .
Sem­pre for­za mar­cia­na mari­na. ” Fede­ri­co Zini

Chiu­dia­mo con il pen­sie­ro di Mac Magron:
” Fa male, mol­to male e le paro­le sono dif­fi­ci­li da trovare.
La delu­sio­ne è tan­ta ma tan­ta è anche la voglia di ripar­ti­re per ripren­der­ci que­sta categoria.
Gra­zie ai ragaz­zi che fino all’ul­ti­mo han­no lot­ta­to per que­sta maglia.
Gra­zie a chi per que­sta maglia lot­tan­do in capo si è infortunato.
Un gra­zie par­ti­co­la­re a Gigi ed Anto­nio, sem­pre pre­sen­ti che ci han­no per­mes­so di tro­va­re gli spo­glia­toi puli­ti, il pran­zo per la dome­ni­ca in tra­sfer­ta e tut­ti i com­ple­ti­ni sem­pre in ordine.
Gra­zie a chi, insie­me a me, ha ini­zia­to que­sto per­cor­so, Mat­teo, Miche­le e Mas­si­mo i qua­li nel momen­to in cui i risul­ta­ti veni­va­no meno, per l’a­mo­re del­la maglia han­no pro­va­to a dare una scos­sa facen­do­si da parte.
Gra­zie a Fede e Mar­co per aver accet­ta­to que­sta sfi­da a Novem­bre, che sem­bra­va qua­si impos­si­bi­le, facen­do comun­que un per­cor­so straor­di­na­rio in mez­zo a tan­te difficoltà.
Pur­trop­po non sia­mo riu­sci­ti nell’impresa.
Com­pa­gni di bat­ta­glie in cam­po come gio­ca­to­ri e poi come staff tec­ni­co inna­mo­ra­ti di que­sti colori.
Un gra­zie sin­ce­ro va ai ragaz­zi del Mare­mo­to Mari­ne­se sem­pre pron­ti ad inci­tar­ci in casa ed in tra­sfer­ta per tut­ti i novan­ta minu­ti del­la par­ti­ta, vole­va­mo rega­lar­vi una gran­de festa ma pur­trop­po non ci sia­mo riusciti.
Men­tre veni­va­mo sot­to di voi per salu­tar­vi non vi nascon­do che qual­che lacri­ma mi è scesa.
Infi­ne per ulti­mo rin­gra­zio il Capi­ta­no Andrea Bet­ti­ni, ami­co e com­pa­gno di squadra.
Veder­ti dispe­ra­to a fine par­ti­ta mi ha fat­to vera­men­te male.
Ades­so ami­ci miei è il momen­to di vol­ta­re pagi­na, come ha det­to il Capi­ta­no, il Mar­cia­na Mari­na ha biso­gno di ripar­ti­re con una soli­da diri­gen­za e con per­so­ne voglio­se di rico­strui­re qualcosa.
Da fuo­ri è faci­le cri­ti­ca­re ma noi tut­ti ci abbia­mo mes­so la fac­cia, abbia­mo dato tut­to noi stes­si, abbia­mo tol­to tem­po alle nostre fami­glie e sia­mo distrut­ti da que­sta retrocessione.
Io per­so­nal­men­te, da doma­ni mat­ti­na mi met­te­rò a lavo­ro per anda­re a ripren­der­ci quel­lo che oggi abbia­mo per­so sul cam­po, chi vuo­le sali­re sul­la bar­ca sà dove trovarmi.
Gra­zie a tut­ti, ritor­ne­re­mo più for­ti di pri­ma. For­za vec­chio cuo­re Rossoblu”

Noi come Edi­co­la Elba­na ci stia­mo pre­pa­ran­do alla pros­si­ma sta­gio­ne, per­chè sare­mo sem­pre si, al fred­do, al ven­to, al sole per dare visi­bi­li­tà alle nostre squa­dre Elbane.
Per noi è giu­sto dare un ser­vi­zio degno di cate­go­rie più bla­so­na­te ed è per que­sto che cer­chia­mo ogni anno di dar­vi sem­pre qual­co­sa in più.
Agli ami­ci di Mar­cia­na Mari­na dicia­mo solo che, per una sto­ria glo­rio­sa come la vostra e per i vostri sup­por­ter che sono disu­ma­ni, que­sto non è il momen­to di pian­ge­re ma è il momen­to di reagire.
Sul­la mia pel­le c’e’ tatua­to ” Quan­do il gio­co si fà duro, i duri comin­cia­no a gio­ca­re ” del gran­de Belu­shi. Que­sta può esse­re una fra­se da scri­ve­re sul dia­rio oppu­re può esse­re uno sti­le di vita…spero che il dia­rio per voi non ci sia ma ci sia solo uno sti­le di vita.
For­za Mar­cia­na Mari­na, se è vero che gli ami­ci si vedo­no nel momen­to del biso­gno, que­sto è il momen­to che, chi può deve met­ter­si a dispo­si­zio­ne ed accet­ta­re l’in­vi­to a sali­re sul­la bar­ca Rossoblu.
Noi come Edi­co­la Elba­na ci sia­mo e spe­ria­mo nel­la pros­si­ma sta­gio­ne in un ritor­no imme­dia­to in secon­da categoria.

Zio Stix

Rispondi