Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

La parola al lettore: Vaccino obbligatorio? Basta divergenze, applichiamo leggi esistenti di Fulvio Di Pietro

È ormai un anno inte­ro che tele­vi­sio­ni e gior­na­li e radio, si immer­go­no nel­le noti­zie sul covid che poi ci pro­pi­na­no tut­to il gior­no. Oggi anche l’E­di­co­la Elba­na ripor­ta una appro­fon­di­ta discus­sio­ne avve­nu­ta in un con­ve­gno. Peral­tro in una comu­ni­tà come quel­la Elba­na ci si cono­sce qua­si tut­ti e i con­tra­sti sul­l’ar­go­men­to covid, sono anco­ra più sentiti.

Sia­mo arri­va­ti ad una distinzione/ divi­sio­ne tra ami­ci e paren­ti su argo­men­ti pro e con­tro che ormai ci otte­ne­bra­no le nostri men­ti. Non sé ne può più !!! Ma il gover­no con­ti­nua a fare il suo per­cor­so di pre­cau­zio­ne a sen­so uni­co. Inten­do­no loro gui­dar­ci e/o costrin­ger­ci ad usa­re un solo mez­zo pre­cau­zio­na­le, il vaccino.

E allo­ra, facciamolo.

Ren­dia­mo obbli­ga­to­rio la vac­ci­na­zio­ne anti­Co­vid, MA inse­ria­mo tale vac­ci­no nel­l’e­len­co del­le pre­scri­zio­ni con­te­nu­te nel­la leg­ge 1992/210 e nel­la leg­ge 2005/229. E sì, per­ché dob­bia­mo con­di­vi­de­re le respon­sa­bi­li­tà di tale obbli­go con chi ne sa più di noi.

E sic­co­me l’in­ter­ven­to pro­fon­do e paca­to del Prof, Fra­je­se endo­cri­no­lo­go, in un con­ve­gno di alcu­ni gior­ni fa, vedi­bi­le ed ascol­ta­bi­le su You­tu­be, è sta­to supe­ra­to dai mez­zi di comu­ni­ca­zio­ne gene­ra­li­sti, con un alza­ta di spalle..

E allo­ra fac­cia­mo­lo tut­ti sto vac­ci­no, ma con­di­vi­dia­mo­ne le Responsabilità.

Per esse­re chia­ri, ripor­to di segui­to alcu­ni stral­ci sin­te­ti­ci del­le due Leg­gi esi­sten­ti. Le for­ze di gover­no devo­no “sol­tan­to” inse­rir­ci una malat­tia in più.

Leg­ge­te di segui­to ATTENTAMENTE !!!

ILEGGE 25 feb­bra­io 1992 , n. 210 inden­niz­zo a favo­re dei sog­get­ti dan­neg­gia­ti da com­pli­can­ze di tipo irre­ver­si­bi­le a cau­sa di vac­ci­na­zio­ni obbli­ga­to­rie, tra­sfu­sio­ni e som­mi­ni­stra­zio­ne di emoderivati.Indennizzo aggiun­ti­vo per i dan­neg­gia­ti da vac­ci­na­zio­ni obbli­ga­to­rie (Leg­ge 229/05)

Inden­niz­zo aggiun­ti­vo per i dan­neg­gia­ti da vac­ci­na­zio­ni obbli­ga­to­rie (Leg­ge 229/05)

I sog­get­ti dan­neg­gia­ti da vac­ci­na­zio­ne obbli­ga­to­ria, già bene­fi­cia­ri dell’indennizzo ai sen­si del­la leg­ge 210/92, pos­so­no pre­sen­ta­re diret­ta­men­te al Mini­ste­ro del­la Salu­te doman­da ai sen­si del­la Leg­ge 229/05 per l’ottenimento di un ulte­rio­re inden­niz­zo pari rispet­ti­va­men­te a sei, cin­que o quat­tro vol­te la som­ma attri­bui­ta dal­la Leg­ge 210/92 a secon­da del­la cate­go­ria ascritta.

I bene­fi­cia­ri del­la leg­ge 229/05 pos­so­no otte­ne­re altre­sì un asse­gno una tan­tum pari al 50% dell’ulteriore inden­niz­zo pre­vi­sto dal­la leg­ge 229/05 per il perio­do ricom­pre­so tra il mani­fe­star­si dell’evento dan­no­so e l’ottenimento dell’indennizzo.

L’istruttoria del­le pra­ti­che e la liqui­da­zio­ne dei bene­fi­ci pre­vi­sti dal­la leg­ge 229/05 è inte­ra­men­te di com­pe­ten­za del Mini­ste­ro del­la Salu­te e non del­le Regio­ni. Con decre­to mini­ste­ria­le 21 otto­bre 2009, pub­bli­ca­to nel­la Gaz­zet­ta Uffi­cia­le n.9 del 13 gen­na­io 2010, è sta­ta inte­gra­ta la nor­ma­ti­va rela­ti­va ai bene­fi­ci cui han­no dirit­to le per­so­ne dan­neg­gia­te da vac­ci­na­zio­ni, indi­vi­duan­do i cri­te­ri neces­sa­ri per la for­ma­zio­ne del­la gra­dua­to­ria pre­vi­sta per la cor­re­spon­sio­ne dei bene­fi­ci stes­si. La gra­dua­to­ria è emes­sa con decre­to diret­to­ria­le e ha sca­den­za semestrale.

Per la pro­ce­du­ra consulta:

Rico­no­sci­men­to di inden­niz­zo aggiun­ti­vo per i dan­neg­gia­ti da com­pli­can­ze di tipo irre­ver­si­bi­le cau­sa­te da vac­ci­na­zio­ni obbli­ga­to­rie (Leg­ge 229/05)

E voi? Cosa ne pen­sa­te? Lascia­te un com­men­to sull’ argo­men­to e apria­mo il dibattito

6 Commenti

  1. Federico

    Sono vac­ci­na­to con tre dosi e con­cor­do in pie­no, lo Sta­to si deve assu­me­re imme­dia­ta­men­te la respon­sa­bi­li­tà sot­to il pro­fi­lo giu­ri­di­co di que­sto per­cor­so sani­ta­rio intrapreso.

  2. Alessio

    Quan­do dopo effet­ti­va spe­ri­men­ta­zio­ne conclusa.Almeno e dico alme­no cin­que anni per le rea­zio­ni avver­se e ‚ven­ti per quel­le sull’apparato ripro­dut­ti­vo pren­de­rò in con­si­de­ra­zio­ne la vio­len­za dell’obbligo vaccinale.

    • Kathy

      Sono d’ac­cor­do

  3. Andrea Isolani

    Non sono d’ac­cor­do sul­l’ob­bli­ga­to­rie­tà nean­che se que­sta fos­se lega­ta al rico­no­sci­men­to di risar­ci­men­to dan­ni, come da Leg­gi da Lei indi­ca­te. A par­te che da un even­tua­le deces­so o da una inva­li­di­tà per­ma­nen­te nien­te e nes­su­no può risarcire,ma si pone un’al­tra gra­vis­si­ma que­stio­ne di fon­do: come affer­ma il Con­dav (Coor­di­na­men­to Nazio­na­le Dan­neg­gia­ti da Vac­ci­no) qua­si nes­sun medi­co più ora­mai è incli­ne a cer­ti­fi­ca­re in sede di giu­di­zio la cor­re­la­zio­ne e anco­ra di più la rela­zio­ne di cau­sa ed effet­to fra vac­ci­no ed even­tua­le dan­no da que­tso arre­ca­to, per pau­ra del­le riper­cus­sio­ni nega­ti­ve (fino alla radia­zio­ne dal­l’al­bo) che que­sto tipo di valu­ta­zio­ni pos­so­no arre­ca­re alla pro­pria car­rie­ra. Que­sto a par­ti­re da quan­do, sot­to la “mini­stra” (SIC!) Loren­zin, per deci­sio­ne mini­ste­ria­le, i medi­ci sono diven­ta­ti una sor­ta di impie­ga­to sta­ta­le e come tali tenu­tio a non ope­ra­re più secon­do scien­za e coscien­za, facen­do leva sul fon­da­men­ta­le rap­por­to medi­co — pazien­te, ma ad appli­ca­re, pos­si­bil­men­te annul­lan­do il pro­prio spi­ri­to cri­ti­co, gli ari­di e spes­so sper­so­na­liz­za­ti pro­to­col­li del­la medi­ci­na di Sta­to. Io sono per la libe­ra scel­ta e per una seria infor­ma­zio­ne sul­la que­stio­ne vac­ci­ni, non solo sui vac­ci­ni covid ma ugual­men­te, se non ancor di più, sui vac­ci­ni pedia­tri­ci e per l’a­bo­li­zio­ne del­l’ob­bli­go vac­ci­na­le vigen­te al riguar­do.. Le ragio­ni, ben fon­da­te, le spie­ghe­rò even­tual­men­te in aun altro più appro­fon­di­to post, pren­den­do spun­to ed esem­pio da fat­ti, tra­gi­ci, del pas­sa­to e del pre­sen­te. Per ora dico solo che allo­ra come oggi non vin­ce qua­si mai la scien­za medi­ca ma, quel­li sì, i con­flit­ti di inte­res­se e la natu­ra­le ritro­sia e avver­sio­ne, tut­ta uma­na ma ben poco scien­ti­fi­ca ed altret­tan­to ben poco eti­ca (per usa­re eufe­mi­smi), nel­l’am­met­te­re l’er­ro­re e a cam­bia­re la rot­ta, fino a quel momen­to, in tut­ta evi­den­za errata

  4. Kathy

    Sono d’ac­cor­do all’ob­bli­go dei “vac­ci­ni nor­ma­li” per i bam­bi­ni a scuo­la. Ma la gen­te ha anco­ra una scel­ta anche in que­sto caso che pos­so­no fare home schoo­ling anche sen­za fare i vaccini. 

    Ma l’ob­bli­go di fare un nuo­vo jab (per­ché non è un vac­ci­no) che dice alla mia mRNA pro­du­ce da solo un pro­tei­ne (Spi­ke) che non esi­ste­va mai nel mio cor­po e non so come pos­so spe­gne­re que­sto pro­ces­so dopo È VERAMENTE PAZZESCO! ASSURDO! 

    Io non fumo, non bevo, man­gio sol­tan­to roba bio­lo­gi­co, fac­cio movi­men­to ogni gior­no e mi cura sem­pre in un modo natu­ra­le alme­no quan­do è pos­si­bi­le pri­ma che vado al dot­to­re… Mah che CAZZO dici che voi mi dove­te obbli­ga­re met­te­re qual­co­sa nel mio cor­po quan­do non lo voglio? Mah, sie­te PAZZI? 

    MAI! MAI! MAI!

    E ORA BASTA CON LA DIVISIONE NELLA SOCIETÀ. E LA COSA PEGGIORE DELLA PANDEMIA E NON DIMENTICHIAMO MAI COME ERAVAMO TRATTATI
    DURANTE QUEST’ANNI. E STATA LA COSA PIÙ BRUTTA DI TUTTO!!!

  5. Andrea Isolani

    Gen­ti­le sig.ra Katy, mi rivol­go a Lei per­ché ha scritt­to su que­sto blog e ha con­tri­bui­to alla discus­sio­ne qua in atto, ma mi rivol­go per este­so a tut­ti colo­ro che, come Lei, sono anco­ra dell’avviso, che esi­sta­no dei vac­ci­ni “nor­ma­li”. In un vac­ci­no, qual­sia­si esso sia, se ci rife­ria­mo alle sostan­ze in essi pre­sen­ti, c’è vera­men­te poco di “nor­ma­le” per quan­to riguar­da la fisio­lo­gia e la bio­chi­mi­ca del cor­po uma­no, soprat­tut­to per la fisio­lo­gia e la bio­chi­mi­ca di un orga­ni­smo e di un siste­ma immu­ni­ta­rio anco­ra in for­ma­zio­ne come è quel­lo di neo­na­ti e bam­bi­ni in età pre-sco­la­re e sco­la­re. Oltre all’antigene spe­ci­fi­co per ogni vac­ci­no (spes­so virus atte­nua­ti che in vivo pos­so­no ripren­de­re la loro atti­vi­tà, ergo infet­ta­re e far amma­la­re l’ospite), vi sono sali di allu­mi­nio (come adiu­van­ti) neu­ro­tos­si­ci, anco­ra in alcu­ni vac­ci­ni (anti­in­fluen­za­li e anti­me­nin­gi­te, ad esem­pio) vi sono sali di mer­cu­rio (tos­si­ci per tut­to l’orgamnismo), emul­sio­nan­ti come il Poli­sor­ba­to 80 con la poco sim­pa­ti­ca pro­prie­tà di “apri­re” la bar­rie­ra ema­to-ence­fa­li­ca e far così arri­va­re al cer­vel­lo sostan­ze inde­si­de­ra­te ed alta­men­te dan­no­se come gli stes­si sali di allu­mi­nio pocan­zi men­zio­na­ti, for­mal­dei­de (can­ce­ro­ge­na), anti­bio­ti­ci (neo­mi­ci­na, poli­mi­xi­na B, ecc, mol­to poten­ti nei neo­na­ti), disin­fet­tan­ti come il feno­lo, ecc. La lista è mol­to lun­ga e non tut­te que­ste sostan­ze sono ben accet­te dal­la fisdio­lo­gia di un neo­na­to o di un bam­bi­no. Sen­za poi con­ta­re le con­ta­mi­na­zio­ni più o meno acci­den­ta­li. Tan­to per citar­ne una, la con­ta­mi­na­zio­ne con il Virus SV40 per decen­ni a dan­no dei vac­ci­ni Sabin per la Polio; que­sto Virus è un abi­tua­le pre­sen­za nel­le scim­mie ver­di afri­ca­ne sui cui reni sono col­ti­va­ti i Polio virus con cui si pro­du­ce il rela­ti­vo vac­ci­no idea­to da Sabin e se nel­le scim­mie l’SV40 non reca alcun dan­no, nell’organismo uma­no è un can­ce­ro­ge­no accer­ta­to, ragion per cui è leci­to cre­de­re che l’aumento sen­za con­trol­lo dei casi di tumo­re in tut­to il mon­do occi­den­ta­le, vac­ci­na­to per decen­ni con quei vac­ci­ni, sia dovu­to anche appun­to a det­ti vac­ci­ni. Que­sto è solo un esem­pio dei dan­ni enor­mi che anche i vac­ci­ni pedia­tri­ci pos­so­no reca­re (sen­za par­la­re del­la vera e pro­pria epi­de­mia di pato­lo­gie autoim­mu­ni e asma, in buo­na par­te dovu­te alle vac­ci­na­zio­ni pedia­tri­che, l’epidemia di auti­smo e la Sids o mor­te in cul­la) fra l’altro sen­za arre­ca­re nes­su­no o scar­si bene­fi­ci, in quan­to la scom­par­sa o dimi­nu­zio­ne del­le malat­tie infet­ti­ve per cui abbia­mo vac­ci­na­to e con­ti­nuia­mo a vac­ci­na­re è ini­zia­ta ben pri­ma dell’inizio del­le vac­ci­na­zio­ni di mas­sa, gra­zie alla impo­nen­te rivo­lu­zio­ne in rife­ri­men­to all’adozione di misu­re igie­ni­co-sani­ta­rie e ali­men­ta­ri (costru­zio­ne di fogne, net­tez­za urba­na, miglio­ra­men­to abi­ta­zio­ni e con­di­zio­ni di lavo­ro, miglio­ra­men­to ali­men­ta­zio­ne – da con­di­zio­ni gene­ra­liz­za­te di denu­tri­zio­ne e mal­nu­tri­zio­ne, che noto­ria­men­te inde­bo­li­sco­no a dismi­su­ra il siste­ma immu­ni­ta­rio — abo­li­zio­ne lavo­ro mino­ri­le, ecc.). Quel­lo del­la sto­ria del­le malat­tie infet­ti­ve, soprat­tut­to dal XiX seco­lo in poi con l’inizio del­la Rivo­lu­zio­ne Indu­stria­le ed il rela­ti­vo stra­vol­gi­men­to del­le con­di­zio­ni di vita in occi­den­te (con il river­sar­si di mas­se uma­ne dal­le cam­pa­gne ver­so le gran­di cit­tà mani­fat­tu­rie­re in con­di­zio­ni alta­men­te insa­lu­bri e osti­li alla vita uma­na) e dei rela­ti­vi vac­ci­ni all’uopo rea­liz­za­ti per “con­tra­star­le” è un cam­po vasto e com­ples­so che var­reb­be la pena far stu­dia­re a scuo­la, tut­ti dovreb­be­ro cono­scer­lo per capi­re come la scien­za medi­ca spes­so si sia appro­pria­ta di meri­ti non suoi nel decli­no di det­te pato­lo­gie. C’è un bel­lis­si­mo libro che trat­ta la que­stio­ne, lo con­si­glio sem­pre cal­da­men­te a tut­ti, “Malat­tie, vac­ci­ni e la sto­ria dimen­ti­ca­ta” del­la dr.ssa Suzan­ne Hum­pries (inter­ni­sta e nefro­lo­ga) e dal dr. Roman Bystrya­nick (esper­to in sta­ti­sti­ca). Non è l’unico libro natu­ral­men­te che con­si­glio, ma for­se il più signi­fi­ca­ti­vo affron­tan­do la que­stio­ne anche da un pun­to di vista sto­ri­co, oltre che scientifico

Rispondi