Skip to content

Il Napoleone di Silvano “Nano” Campeggi, l’affascinante itinerario tra arte e storia.

Nell’anno del­le Bicen­te­na­rio napo­leo­ni­co non pote­va man­ca­re il tri­bu­to al lavo­ro dell’artista fio­ren­ti­no Sil­va­no Cam­peg­gi det­to “Nano” che alla figu­ra di Napo­leo­ne ha dedi­ca­to una serie di dise­gni rac­col­ti nel­la pub­bli­ca­zio­ne “Elba, l’isola dell’Imperatore”, 2008. Il Comu­ne di Mar­cia­na si è fat­to ispi­ra­re da que­sto volu­me per rea­liz­za­re un iti­ne­ra­rio con le ripro­du­zio­ni dei dise­gni dell’autore che riper­cor­ren­do i luo­ghi napo­leo­ni­ci ci mostra una car­rel­la­ta di per­so­nag­gi cari all’imperatore francese.

Un omag­gio quin­di all’opera del Mae­stro Sil­va­no Cam­peg­gi in arte “Nano” rite­nu­to un gran­de a livel­lo mon­dia­le tra colo­ro che han­no scrit­to la sto­ria del Cine­ma. I suoi mani­fe­sti han­no susci­ta­to l’immaginario di gene­ra­zio­ni di spet­ta­to­ri come quel­lo cult, tra gli altri, di “Via col ven­to” o dei ritrat­ti ico­na dell’intramontabile Mari­lyn Mon­roe e per ulti­mi quel­li di Napo­leo­ne Bona­par­te e in par­ti­co­la­re del­le don­ne che lo han­no cir­con­da­to nell’ascesa al pote­re e nell’esilio elbano.

Sul ter­ri­to­rio mar­cia­ne­se sono sta­ti col­lo­ca­ti, in appro­pria­te bache­che e nei luo­ghi sim­bo­lo, le ripro­du­zio­ni dei suoi dise­gni a par­ti­re dal­la Spiag­gia del­la Pao­li­na alla Fon­te di Napo­leo­ne a Pog­gio, dal­la casa del­la Grand-Mère a Mar­cia­na al San­tua­rio del­la Madon­na del Mon­te per ter­mi­na­re a Pomon­te dove il Mae­stro ha sog­gior­na­to per mol­tis­si­mi anni nel­la sua casa del colo­re del mare.

E pro­prio a Pomon­te, vener­dì scor­so, nel­la piaz­zet­ta vici­no al mare a pochi metri dal­la dimo­ra elba­na di Nano Cam­peg­gi si è tenu­ta l’inaugurazione dell’itinerario arti­sti­co. Nel­la piaz­za il ritrat­to di Nano cir­con­da­to dall’Imperatore e dal­le don­ne del­la sua vita — Leti­zia, Pao­li­na, Maria Walew­ska e le altre — è sta­to stret­to in un cora­le abbrac­cio del­la popo­la­zio­ne con la pre­sen­za del Sin­da­co Simo­ne Bar­bi e del Vice­sin­da­co Susan­na Ber­ti, del figlio Gio­van­ni Cam­peg­gi, del diret­to­re arti­sti­co Pao­lo Fer­ruz­zi, del­lo spon­sor dell’iniziativa Acqua dell’Elba, e di due ex sin­da­ci che han­no nel cor­so del tem­po dato la cit­ta­di­nan­za ono­ra­ria al mae­stro Cam­peg­gi, Mario Fer­ra­ri per Por­to­fer­ra­io e Lui­gi Vagag­gi­ni per Mar­cia­na. Nume­ro­si gli ami­ci dell’artista, tra cui rap­pre­sen­tan­ti dell’associazione il Calel­lo. La signo­ra Ele­na Cam­peg­gi non poten­do esse­re pre­sen­te di per­so­na ha segui­to la ceri­mo­nia in videocollegamento.

E con le paro­le dei pre­sen­ti sul­la figu­ra di “Nano” Cam­peg­gi e il suo stret­to lega­me con il ter­ri­to­rio, sul sogno del cine­ma, sule sue ope­re ispi­ra­te all’Elba come i Sas­si e i dise­gni napo­leo­ni­ci, con l’intensità dei ricor­di di ognu­no dei pre­sen­ti, la pic­co­la piaz­za di Pomon­te si è col­ma­ta di una rara emo­zio­ne dedi­ca­ta alla gra­zia e alla bellezza.

L’installazione che reste­rà per­ma­nen­te sul ter­ri­to­rio mar­cia­ne­se si va ad aggiun­ge­re agli iti­ne­ra­ri cul­tu­ra­li elba­ni andan­do peral­tro a valo­riz­za­re in par­ti­co­la­re la zona a mare di Pomonte.

L’iniziativa fa par­te del pro­gram­ma di ini­zia­ti­ve “Napo­leo­ne 2021 — Viag­gio nel tem­po” rea­liz­za­to dal Comu­ne di Mar­cia­na con la col­la­bo­ra­zio­ne di Par­co Nazio­na­le dell’Arcipelago Tosca­no, Acqua dell’Elba, Pro Loco Mar­cia­na Elba.

Ricor­dia­mo i pros­si­mi even­ti tra cui la Set­ti­ma­na Napo­leo­ni­ca a Proc­chio fino al 28 ago­sto, la pro­ie­zio­ne del docu-film “L’esilio dell’aquila” di Ste­fa­no Muti a Pomon­te il 29 ago­sto e i con­cer­ti a Mar­cia­na del 25° Festi­val Elba Iso­la Musi­ca­le d’Europa il 9 e 10 settembre.

Rispondi