Skip to content

Le riflessioni di Francesco Semeraro sul consiglio comunale di Portoferraio del 13 Maggio 2021

Que­sta è una mia per­so­na­le ana­li­si come spettatore.

Io come altri cit­ta­di­ni sia­mo abi­tua­ti a lamen­tar­ci del­la poca infor­ma­zio­ne del­la nostra Ammi­ni­stra­zio­ne. Se è un dirit­to esse­re infor­ma­ti sareb­be un dove­re anche par­te­ci­pa­re al Con­si­gli Comu­na­le, sede del­le deci­sio­ni istituzional,i visto che ora sono ammes­si anche i comu­ni cittadini.

Apre il Con­si­glio il Sin­da­co Zini con tre comu­ni­ca­zio­ni: la pri­ma è che oggi 14 mag­gio ci sarà il gemel­lag­gio con la cit­ta­di­na “Savo­ia di Luca­nia”; la secon­da è una spie­ga­zio­ne dei fat­ti incre­scio­si di qual­che gior­no fa avve­nu­ti in via Hugo; la ter­za è un gran­de apprez­za­men­to e un sen­to rin­gra­zia­me­noi per chi si sta spen­den­do per la cam­pa­gna di vac­ci­na­zio­ne in cor­so all’Elba.

Que­sto Con­si­glio è sta­to qua­si dedi­ca­to per inte­ro al con­so­li­da­men­to dei bilan­ci Comu­na­le del 2018 e 2019 appro­va­ti dal­l’As­sem­blea che, se non fos­se­ro sta­ti deli­be­ra­ti, il Comu­ne sareb­be rima­sto inges­sa­to sen­za la pos­si­bi­li­tà di pro­se­gui­re nel­le nor­ma­li ope­ra­ti­vi­tà di cui una Ammi­ni­stra­zio­ne si fa cari­co come spe­se, sti­pen­di, assun­zio­ni per­so­na­le, ope­re pub­bli­che, asi­li, manu­ten­zio­ni, ser­vi­zi comu­na­li vari, inve­sti­men­ti per il trien­nio 2021/2023. Si sono ana­liz­za­te mol­te situa­zio­ni con­sul­ta­ti e mol­ti alle­ga­ti per giun­ge­re ad una posi­ti­va deli­be­ra­zio­ne dei due bilan­ci che ha visto, aste­nen­do­si, d’ac­cor­do anche il grup­po Melo­ni e la con­tra­rie­tà del con­si­glie­re Lane­ra. Con l’ap­pro­va­zio­ne dei bilan­ci si sono aper­te mol­te pos­si­bi­li­tà per il pros­si­mo trien­nio con l’as­sun­zio­ne di 14 per­so­ne nel­l’am­bi­to Comu­na­le, tra i qua­li un Diri­gen­te e 2 guar­die Muni­ci­pa­li a tem­po inde­ter­mi­na­to. L’IMU non dovreb­be aumen­ta­re e per la TARI se ne par­le­rà nel pros­si­mo mese. Si è par­la­to del bilan­cio di cas­sa del­l’an­no scor­so che pote­va con­ta­re su cir­ca 2,5 milio­ni di euro, spe­si però per resti­tui­re quan­to anti­ci­pa­to da un ex Resi­den­ce per le ope­re di urba­niz­za­zio­ni. Si sono sbloc­ca­ti anche ope­re come la rota­to­ria le manu­ten­zio­ni e la mes­sa in sicu­rez­za degli impian­ti spor­ti­vi e la mes­sa in fun­zio­ne (fra pochi gior­ni) del sema­fo­ro di S.Giovanni. Il con­si­glie­re Melo­ni nel suo inter­ven­to era con­vin­to che nel pia­no di alie­na­zio­ne e valo­riz­za­zio­ne immo­bi­li per il trien­nio 2021/2023 rien­tras­se anche il palaz­zo del “Cop­pe­dè”, che ver­sa in uno sta­to di vero abban­do­no. Inol­tre Il Con­si­glie­re chie­de di rive­de­re le scuo­le per­chè anco­ra sof­fro­no di bar­rie­re architettoniche .

Per il pia­no strut­tu­ra­le e rego­la­men­to urba­ni­sti­co in fase di defi­ni­zio­ni, si con­fer­ma­no defi­ni­ti­va­men­te le case PEEP ambi­to caser­ma Albe­re­to e l’a­do­zio­ne di un par­cheg­gio pub­bli­co nel­l’am­bi­to del­la “Bric­chet­te­ria”. Il con­si­glie­re Lane­ra ha pro­po­sto di tra­sfor­ma­re l’ex cine­ma “Pie­tri” in pisci­na comu­na­le, ma è sta­to subis­sa­to di cri­ti­che al pun­to di esse­re mal­trat­ta­to da com­po­nen­ti del­la Mag­gio­ran­za, dan­do l’im­pres­sio­ne di poco rispet­to di un oppo­si­to­re che occu­pa con legit­ti­mi­tà, visti i suoi con­sen­si, una posi­zio­ne nel Con­si­glio Comu­na­le. Il con­si­glie­re Lane­ra chie­de di rive­de­re gli abbo­na­men­ti dei par­cheg­gi “BLU”. Ha rice­vu­to assi­cu­ra­zio­ni di inte­res­se. A noi impe­gna­ti nel­la sani­tà è dispia­ciu­to che il sin­da­co ha affer­ma­to che la “Casa del­la Salu­te” non si farà più per­ché il ter­re­no degli ex Macel­li è sta­to asse­gna­to alla Pro­vin­cia per fare un ples­so sco­la­sti­co. Quin­di, quan­do in cam­pa­gna elet­to­ra­le sban­die­ra­va la “Casa del­la Salu­te” per defa­ti­ca­re il Pron­to Soc­cor­so e dare a Por­to­fer­ra­io un luo­go di cure con tut­ti i medi­ci di fami­glia e altri spe­cia­li­sti sem­pre a dispo­si­zio­ne dal­le 8 alle 20, men­ti­va sapen­do di men­ti­re, solo per pren­de­re voti da chi cre­de­va che la Sani­tà Pub­bli­ca fos­se per lui una prio­ri­tà. La cosa che ci scon­for­ta è che non si è nean­che accen­na­to ad una alter­na­ti­va di costru­zio­ne in altri luo­ghi ben­ché sia in cor­so un pro­get­to di riqua­li­fi­ca­zio­ne del vec­chio ospe­da­le. Lì si potreb­be fare “La casa del­la Salu­te” con annes­si ambu­la­to­ri ter­ri­to­ria­li e Fore­ste­ria per medi­ci e infer­mie­ri ester­ni, e tra­sfe­ri­re lì anche il con­sul­to­rio che è una ver­go­gna e una vio­la­zio­ne del­la pri­va­cy per mino­ren­ni e non che ora sono alla mer­cé di chi pas­sa davan­ti a loro in ospe­da­le. La sani­tà deve esse­re segui­ta costan­te­men­te dal­la Poli­ti­ca loca­le ma que­sto pur­trop­po non avvie­ne, se lo fai pre­sen­te ti guar­da­no di stor­to e i più sac­cen­ti ti dan­no del tut­to­lo­go. Noi insistiamo.

MIE CONSIDERAZIONI SU “COPPEDE’ ” Sul palaz­zo “Cop­pe­dè” avrei una pro­po­sta da fare all’Am­mi­ni­stra­zio­ne: visto che nes­su­no lo vuo­le e visto che come ser­vi­zi por­tua­li lascia­mo a desi­de­ra­re , per­chè non si fa una sta­zio­ne marit­ti­ma con risto­ran­te , piz­ze­ria, ser­vi­zi igie­ni­ci degni i que­sto nome, pic­co­la infer­me­ria, diur­no per adul­ti e neo­na­ti con fascia­toi e quan­t’al­tro, doc­ce, edi­co­la, ecc.??

Fran­ce­sco Semeraro

Rispondi