Skip to content

Sanità Elbana, serve subito un’osservatorio, è inderogabile — Francesco Semeraro

Alcu­ni epi­so­di o fat­ti non pos­so­no codi­fi­ca­re il siste­ma sani­ta­rio Elba­no come la cul­la del­le disfun­zio­ni o rap­pre­sen­ta­re un pro­ble­ma nel pro­ble­ma. Così come non si pos­so­no ridur­re al silen­zio Cit­ta­di­ni e Comi­ta­ti sem­pre più pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio che chie­do­no veri­tà nel­le comu­ni­ca­zio­ni, tra­spa­ren­za e una sani­tà più rispon­den­te alle esi­gen­ze dei cit­ta­di­ni che vivo­no su un’isola.
In que­sti gior­ni, oltre ad alcu­ni casi di stra­ni con­ta­gi COVID 19, sul­la nostra iso­la la cosa che ha esa­spe­ra­to gli ani­mi è l’a­ver taciu­to da par­te del­l’A­SL, una infe­zio­ne cuta­nea che ha mes­so nel pani­co mol­te fami­glie di rico­ve­ra­ti e un buon nume­ro di per­so­na­le ospedaliero.
A crea­re ulte­rio­ri malu­mo­ri tra ope­ra­to­ri e rico­ve­ra­ti del­la “Medi­ci­na” è sta­to un comu­ni­ca­to del­l’A­SL Tosca­na nord ove­st che soste­ne­va che gli infer­mie­ri e le OSS col­pi­te dal­la scab­bia era­no solo del repar­to di “Medi­ci­na” men­tre a noi risul­ta che mol­ti ope­ra­to­ri di altri repar­ti e ser­vi­zi sono sta­ti col­pi­ti da scab­bia. Que­sto fat­to fa par­te di quel­la tra­spa­ren­za che andia­mo chie­den­do altri­men­ti fac­cia­mo cre­de­re a chi si deve rico­ve­ra­re che la “Medi­ci­na” del nostro ospe­da­le è un repar­to dove ci si può infet­ta­re. E non è così per­ché in “Medi­ci­na” abbia­mo i ser­vi­zi di medi­ci­na inten­si­va alta­men­te qua­li­fi­ca­ta e con­trol­la­ta e un ser­vi­zio costan­te di sanificazione.
La pan­de­mia e il man­te­ni­men­to del­le nor­me di sicu­rez­za com­por­ta­no enor­mi sacri­fi­ci di ope­ra­ti­vi­tà al per­so­na­le del nostro Distret­to Sani­ta­rio già in dif­fi­col­tà per i tur­ni mas­sa­cran­ti cau­sa la man­can­za di per­so­na­le medi­co e infer­mie­ri­sti­co, se poi ci met­tia­mo noi cit­ta­di­ni e la stes­sa Azien­da Sani­ta­ria a com­pli­ca­re il duro lavo­ro di dia­gno­si e di cura avre­mo sem­pre più ner­vo­si­smo, irri­ta­bi­li­tà e ten­sio­ni che in una sala di cure non devo­no entrare.
Alla luce di quan­to sopra si inse­ri­sce la pro­po­sta di Elba Salu­te di pia­ni­fi­ca­re un osser­va­to­rio men­si­le sul­la Sani­tà pub­bli­ca Elba­na per evi­ta­re incom­pren­sio­ni e con­trad­di­zio­ni cau­sa for­se di una cat­ti­va infor­ma­zio­ne da una par­te e di spi­ri­to di pre­va­len­za dal­l’al­tra, che inne­sca­no ten­sio­ni che si pos­so­no evi­ta­re veden­do­si una vol­ta al mese (come era in un recen­te pas­sa­to) tra Azien­da Sani­ta­ria, Comi­ta­ti pro sani­tà, Asso­cia­zio­ni del set­to­re, pub­bli­che Assi­sten­ze, e la Poli­ti­ca loca­le insie­me sedu­ti a un tavo­lo ad ascol­ta­re, a con­fron­tar­si su quel­lo che si potreb­be miglio­ra­re o varia­re e quan­to può ser­vi­re per dare all’El­ba­no una assi­sten­za e una cura più pos­si­bi­le territoriale.
Se si riu­scis­se ad orga­niz­za­re que­sto osser­va­to­rio for­se si fareb­be un buon ser­vi­zio a tut­to il com­par­to ospe­da­lie­ro e ter­ri­to­ria­le e si dareb­be all’El­ba­no quel­la fidu­cia che ora è ai mini­mi ter­mi­ni del­la sani­tà pubblica.
Comi­ta­to Elba Salute.
(Fran­ce­sco Semeraro).

E voi? Cosa ne pensate?

Espri­me­te il vostro pen­sie­ro nei com­men­ti del nostro blog su que­sto e su altri argo­men­ti che riguar­da­no l’I­so­la d’Elba

Rispondi