Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

Anziana rapinata in strada. Operaio arrestato dai Carabinieri. E’ finito il tempo dell’ Isola felice?

Rice­via­mo via mail que­sto arti­co­lo con richie­sta di pub­bli­ca­zio­ne ma più che copia­re ed incol­la­re quan­to segue ci sia­mo chie­sti? E’ dav­ve­ro fini­to il tem­po dell’ Iso­la feli­ce? Fino a pochis­si­mo tem­po fa’ face­va noti­zia se uno face­va una ris­sa da bria­chi, ora ci sem­bra che le noti­zie stia­no pren­den­do una pie­ga mol­to differente.
Negli ulti­mi gior­ni non stia­mo un po’ ” piscian­do fuo­ri dal vaso?”
Voi leg­ge­te l’ arti­co­lo che ci è arri­va­to e poi alla fine dite­ci la vostra.

Dopo la rapi­na shock dei gior­ni scor­si in una nota tabac­che­ria del cen­tro sto­ri­co, nel­la qua­le i Cara­bi­nie­ri del Nucleo Ope­ra­ti­vo e Radio­mo­bi­le di Por­to­fer­ra­io han­no assi­cu­ra­to alla giu­sti­zia l’autore del delit­to, arre­stan­do­lo e por­tan­do­lo in car­ce­re, un altro gra­ve fat­to è acca­du­to pochi gior­ni dopo, sta­vol­ta nel­la zona por­tua­le. Anche que­sta vol­ta c’hanno pen­sa­to i Cara­bi­nie­ri a risol­ve­re in pochi minu­ti il caso, rin­trac­cian­do e arre­stan­do un uomo.

I fat­ti acca­du­ti alcu­ne sere fa: un’anziana don­na por­to­fer­ra­ie­se sta­va per sali­re sul­la sua auto par­cheg­gia­ta in un vico­lo poco illu­mi­na­to, quan­do è sta­ta rag­giun­ta da un indi­vi­duo che la sta­va evi­den­te­men­te seguen­do. L’uomo ha ini­zia­to a strat­to­na­re la bor­sa del­la don­na nel ten­ta­ti­vo di strap­par­glie­la di dos­so, ma la signo­ra non ha mol­la­to la pre­sa. A que­sto pun­to il cri­mi­na­le si è fat­to più vio­len­to e, intro­du­cen­do­si nell’auto, con for­za ha strap­pa­to la tra­col­la e si è impos­ses­sa­to del­la bor­sa dove la don­na custo­di­va tut­ti i suoi beni. Alcu­ni testi­mo­ni han­no quin­di visto l’uomo usci­re dal vico­lo e cor­re­re con la bor­sa in mano ver­so la zona por­tua­le, soc­cor­ren­do poi la signo­ra che nel frat­tem­po, ter­ro­riz­za­ta, ave­va chie­sto aiuto.

Pro­prio in quel momen­to tran­si­ta­va in zona una pat­tu­glia di Cara­bi­nie­ri del Nucleo Ope­ra­ti­vo e Radio­mo­bi­le di Por­to­fer­ra­io, impie­ga­ti 24 ore su 24 per il con­trol­lo del ter­ri­to­rio cit­ta­di­no, i qua­li han­no subi­to rac­col­to la segna­la­zio­ne e la descri­zio­ne dell’uomo in fuga. Aller­ta­ta imme­dia­ta­men­te la Cen­tra­le Ope­ra­ti­va che coor­di­na­va le ricer­che e invia­va sul luo­go altre pat­tu­glie, i mili­ta­ri han­no setac­cia­to pal­mo per pal­mo tut­ta la zona por­tua­le, sospet­tan­do che il fug­gi­ti­vo si fos­se nasco­sto non mol­to lon­ta­no. Il loro intui­to e la loro per­spi­ca­cia sono sta­ti pre­mia­ti: da una stra­di­na buia i Cara­bi­nie­ri han­no visto usci­re un uomo il qua­le, stra­na­men­te viste le tem­pe­ra­tu­re inver­na­li, indos­sa­va una t‑shirt con una fel­pa lega­ta in vita. Lo han­no subi­to bloc­ca­to e dopo alcu­ni imme­dia­ti riscon­tri han­no avu­to con­fer­ma che l’uomo, in mani­che cor­te e sen­za la fel­pa per con­fon­de­re le ricer­che, era l’autore dell’aggressione ai dan­ni del­la donna.

Gra­zie anche alla pre­zio­sa col­la­bo­ra­zio­ne di alcu­ni cit­ta­di­ni, i Cara­bi­nie­ri sono riu­sci­ti a recu­pe­ra­re la bor­sa che il mal­fat­to­re ave­va abban­do­na­to duran­te la fuga, non pri­ma di esser­si inta­sca­to il dena­ro con­tan­te, resti­tuen­do poi il tut­to alla legit­ti­ma proprietaria.
I
Cara­bi­nie­ri han­no quin­di con­dot­to in caser­ma il 48 enne G. V., mila­ne­se, ope­ra­io pres­so una dit­ta edi­le del luo­go, già cono­sciu­to alle For­ze dell’ordine e, con­cor­de­men­te con il Magi­stra­to di tur­no del­la Pro­cu­ra del­la Repub­bli­ca di Livor­no, al ter­mi­ne del­le for­ma­li­tà di rito lo han­no dichia­ra­to in sta­to di arre­sto per rapi­na aggra­va­ta, tra­du­cen­do­lo poi in car­ce­re in atte­sa del­le deter­mi­na­zio­ni dell’Autorità Giudiziaria.

G. V. rischia ora una pena che può rag­giun­ge­re anche i 10 anni di reclusione.

Rispondi