Skip to content

Manchette di prima

EDICOLA ELBANA SHOW

Quello che l'altri dovrebbero di'

Manchette di prima

BREAKING NEWS

Portoferraio. Nei 23 punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale non ce n’è uno che si occupi di sanità.

Si spe­ra­va nell’Opposizione ma da quan­to si leg­ge sono con­cen­tra­ti a pre­sen­ta­re inter­ro­ga­zio­ni e inter­pel­lan­ze e for­se, dicia­mo for­se, con tema­ti­che più impor­tan­ti dell’emorragia dei medi­ci Elba­ni, del­la man­can­za di infer­mie­ri o del­le lun­ghe e ingiu­sti­fi­ca­te liste di attesa.
Il Pron­to Soc­cor­so (P.S.) si sta deser­ti­fi­can­do. Que­sto mese ha per­so il Dr. Mag­gio­rel­li, ora medi­co di base che nell’agosto scor­so ha coper­to 25 tur­ni di ser­vi­zio. Nei pros­si­mi mesi andran­no via altri medi­ci spe­cia­li­sti di emer­gen­za-urgen­za ma non se ne par­la. Non si par­le­rà nean­che che al P.S. sono rima­sti solo 2 medi­ci spe­cia­li­sti in emer­gen­za dipen­den­ti Azien­da­li. Così come non si par­la del­la gra­ve situa­zio­ne degli ane­ste­si­sti rima­sti in 2 da 7 che erano.
Non si par­le­rà nean­che dei 120 mila euro che gli Elba­ni han­no dona­to per una tera­pia Inten­si­va che non si farà però spe­si per altri acqui­sti di cui non si han­no riscon­tri e ren­di­con­ta­zio­ni. Ma cosa scon­cer­ta è che non sono sta­ti uti­liz­za­ti nean­che per riat­ti­va­re la già esi­sten­te “Ria­ni­ma­zio­ne Intraospedaliera”
Non si par­le­rà nean­che dell’Ospedale di Comu­ni­tà ser­vi­zio uti­le e indi­spen­sa­bi­le per mala­ti cro­ni­ci e ter­mi­na­li che tan­to sol­lie­vo ha dato ai pazien­te e alle loro fami­glie e che ora è chiu­so da oltre un anno.
Dal 16 set­tem­bre scor­so il ser­vi­zio peri­fe­ri­co PET (Elba orien­ta­le e Elba occi­den­ta­le) di ambu­lan­za con medi­co a bor­do ha ces­sa­to di fun­zio­na­re. Resta l’ambulanza con medi­co solo a Por­to­fer­ra­io. Con la ces­sa­zio­ne del ser­vi­zio ambu­lan­za con medi­co a bor­do, il 70% degli Iso­la­ni per­do­no quel dirit­to sani­ta­rio fon­da­men­ta­le a loro asse­gna­to dai LEA ( Livel­li Essen­zia­li di Assi­sten­za) che deter­mi­na­no le pre­sta­zio­ni e i ser­vi­zi che il Ser­vi­zio Sani­ta­rio Nazio­na­le (SSN) è tenu­to a for­ni­re a tut­ti i Cit­ta­di­ni Italiani.
Alla luce di quan­to sopra in caso di emer­gen­za urgen­za fuo­ri Capo­luo­go, si dovrà aspet­ta­re l’ambulanza con medi­co di base a Por­to­fer­ra­io, sem­pre che non sia impe­gna­ta in un’altra emergenza.
Evi­den­te­men­te per i nostri poli­ti­ci la sani­tà pub­bli­ca è di secon­da­ria importanza.

Fran­ce­sco Semeraro

Rispondi