Skip to content

Buon Compleanno Puliciclone. Compie 70 anni il grande calciatore Paolo Pulici, cittadino onorario di Porto Azzurro

Era­va­mo alla fine degli anni 80 ed io ero il “bim­bo di bot­te­ga” da Ita­lo, un espe­rien­za che m avreb­be segna­to la vita. In que­gli anni Por­to Azzur­ro e tut­ta l’ Elba era­no pie­ni di per­so­nag­gi uni­ci e pit­to­re­schi, a Por­to Azzur­ro poi, sia il Bar Elba che in bot­te­ga da Ita­lo il cata­lo­go ne pre­ve­de­va tan­ti. Io sono cre­sciu­to in que­sto ambien­te dove d’E­sta­te si alter­na­va­no Miche­li­no che ” cor­rom­pe­va” Ita­lo con una cara­mel­la di men­ta per far­si dire gli ulti­mi acqui­sti di cal­cio­mer­ca­to, Vin­cen­zi­no, siga­ret­ta, voce roca e sem­pre a ragio­nà di pal­lo­ne co Zazà, Saba­ti­no, Atti­lio, Bil­ly, Bru­no Ric­ci e tan­ti tan­ti altri.
Tra que­sti in esta­te veni­va anche Pao­li­no che tut­ti salu­ta­va­no nor­mal­men­te, sen­za gran­de enfa­si e io che ven­go da una fami­glia che di pal­le cono­sce­va solo quel­le che rom­pe­vo io, non ave­vo mini­ma­men­te idea di chi fos­se que­sto Pao­li­no, che lavo­ro faces­se ecc…per me era Pao­li­no, veni­va a ini­zio esta­te e a Set­tem­bre come gli altri che ave­va­no la secon­da casa all’El­ba anda­va­no via, sem­pre con sua moglie Clau­dia accan­to, una don­na sim­pa­ti­ca sem­pre pron­ta alla bat­tu­ta.
Ma chi fos­se sto Pao­lo pro­prio non lo sape­vo fino a quan­do una mat­ti­na con un cal­do disu­ma­no, cal­co­la­te che il luo­go dove Ita­lo eser­ci­ta­va l’ arte del raso­io, era un stan­za mol­to pic­co­la sem­pre pie­na sti­va­ta di gen­te, ma nes­su­no si taglia­va nul­la tut­ti chiac­che­ra­va­no di cal­cio, quel­la mat­ti­na dice­va­mo, entrò un ragaz­zo e chie­se di far­si la bar­ba, Ita­lo lo fece acco­mo­da­re, vesta­gli­na, sapo­ne e ini­zia l ope­ra di rasa­tu­ra.
Entra Pao­li­no…” Ciao Pao­lo” o un voi che sto ragaz­zo apre l occhi, sbian­ca, si alza dal­la sedia a rischio di esse sgoz­za­to e ini­zia a bal­bet­ta­re PA.…PA.…PAAAA…NOOOO MA LEI È PULICI?? ah final­men­te ave­vo sapu­to il cognome…e lui can­di­do: ” Si, sono io”… io c ho impres­sa la fac­cia di que­sto ragaz­zo che si fece fare un’au­to­gra­fo, cor­se a com­pra­re un rul­li­no per far­si 36 foto e andò via in esta­si.
A quel pun­to, co l inco­scien­za di un bim­bo gli chie­si: Scu­sa Pao­lo, ma chi sei?? E lui: ” so uno che tira­va cal­ci ad un pal­lo­ne e ogni tan­to face­va Goal”.
Gli anni pas­sa­no e l’a­mi­ci­zia con Pao­lo si è raf­for­za­ta, spes­so quan­do è qui mi capi­ta di par­lar­ci e nono­stan­te ora sap­pia mol­to bene chi è sta­to nel mon­do del Cal­cio Pao­li­no ” Pupi” Puli­ci, quel­lo che mi è sem­pre pia­ciu­to di lui è che è sta­to sem­pre uno che tira­va cal­ci ad un pal­lo­ne anche se negli anni mi ha anche sem­pre det­to: ” Ai miei tem­pi non simu­la­vi mica…i difen­so­ri ti si attac­ca­va­no alla giu­go­la­re e non ti mol­la­va­no… - e te Pao­lo che face­vi? Me li por­ta­vo con me den­tro alla por­ta!
Per chi inve­ce non aves­se idea di chi è que­sto ragaz­zo che tira­va i cal­ci al pal­lo­ne il ragaz­zo in que­stio­ne nasce a Ron­cel­lo ( Mon­za e Brian­za) ed è sta­to uno dei più gran­di attac­can­ti del­la sto­ria del calcio.172 gol tota­li con la maglia del Tori­no è il pri­ma­ti­sta dei mar­ca­to­ri del club gra­na­ta, dal 1967 al 1982 ha gio­ca­to nel Toro col­le­zio­nan­do 335 pre­sen­ze in serie A e segnan­do 134 reti, vin­cen­do uno scu­det­to (75/76), una Cop­pa Ita­lia (70/71) e tre vol­te la clas­si­fi­ca can­no­nie­ri. Il fina­le di car­rie­ra l ha gio­ca­to ad Udi­ne e a Firen­ze.
Ha vesti­to anche la maglia azzur­ra col­le­zio­na­to 19 pre­sen­ze e 5 reti.
Beh.. non male per aver tira­to qual­che cal­cio al pal­lo­ne
Augu­ri di cuo­re Pupi da par­te di tut­ta l’ Edi­co­la Elba­na Show per i tuoi 70 anni, ti aspet­tia­mo sul­lo sco­glio.

Zio Stix

Commenta per primo

Rispondi